Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Mi chiamo Lucy Barton - Elizabeth Strout

Bellissima prova di Elizabeth Strout. Un flusso di parole, silenzi, immagini, ricordi a comporre una vita, con gli affetti i sentimenti e le situazioni. Costruiscono la storia di una persona come le tessere di un mosaico, piccole ma importanti, per formare la visione d'insieme. Mi sono ritrovata, mentre leggevo, a condividere sensazioni e ragionamenti e, soprattutto, a riconoscere una sorta di nostalgica accettazione per il proprio vissuto. Come una carezza confortante.

La lunga vita di Marianna Ucrìa - Dacia Maraini

Romanzo che ho letto e riletto. L'originalità della storia e l'evolversi della personalità di Marianna mi hanno subito conquistato, anche per la maestria con cui la Maraini rende le emozioni ed i pensieri della protagonista. Per me una conferma.

Per dieci minuti - Chiara Gamberale

Chiara, scrittrice e giornalista di successo, all'improvviso vede la sua vita ben organizzata perdere tutti i punti di riferimento: il trasferimento a Roma con l'allontanamento dalla famiglia e dal paese natio, la cancellazione della rubrica settimanale da lei curata e soprattutto l’abbandono del marito, l’amore della sua vita. E’ completamente sopraffatta dal dolore. La psicoterapeuta a cui si rivolge le suggerisce di provare a fare una cosa nuova, mai fatta prima, per dieci minuti al giorno per un mese. Il libro è il diario di quei trentuno giorni in cui Chiara racconta l’esperimento e delinea la sua vicenda. Inizia la terapia quasi timidamente, poi prende gusto a trovare e provare ogni giorno piccole nuove esperienze e man mano si rende conto che i dieci minuti quotidiani le sono di aiuto e le consentono di prendere coscienza di sé come individuo in relazione con gli altri, elaborando il suo disagio da altre angolazioni. E quindi si balla l'hip hop, si cucinano pancakes, si osserva un quadro famoso, si cammina all'indietro, si impara a guidare, si prova a ricamare, ci si traveste da Babbo Natale e intanto si guarda la vita con le sue sfaccettature da un altro punto di vista. Chiara, di dieci minuti in dieci minuti, si rende conto che “la vita è ruota e perno” e che crescere è difficile e faticoso ma necessario e si scopre una persona diversa, più matura e consapevole e meno concentrata su se stessa.
Una scrittura scorrevole e briosa, autoironica e lucida nel descrivere pensieri e sentimenti, con spunti di riflessione anche originali e di notevole spessore pur nella apparente leggerezza. Non un capolavoro della letteratura ma gradevole e ben organizzato ci offre secondo me un esempio di come in una epoca in cui si è in un certo senso coccolati e abituati ad avere tutto senza fatica ci si trovi persi di fronte alla difficoltà e/o al cambiamento: "Gli altri, quando fanno qualcosa per noi, ci offrono o in realtà ci tolgono una occasione?"

Italia - Marco Lodoli

Italia è la cameriera di casa Marziali, si occupa di tenere in ordine la casa e nel contempo ascolta, osserva, asseconda le dinamiche familiari raccontando le vicende di ognuno dei componenti della famiglia. È come un'entità astratta che vigila ma non interviene, che aiuta ma non decide, che con la sua presenza dà sicurezza e assiste al fluire della vita con le sue aspettative mancate e i suoi dolori. Un po' triste ma scritto così bene da porci di fronte a un quadro terribilmente realistico di una famiglia romana dell immediato dopoguerra.

ˆLa ‰metà di niente - Catherine Dunne

Improvvisamente un mattino di una giornata normale Catherine si trova ad affrontare una situazione inaspettata e sconvolgente: Ben, suo marito e il padre dei suoi tre figli, la lascia di punto in bianco senza spiegazioni. Inizia così per Catherine un lento ma inesorabile percorso di emancipazione non gridata ma costruita giorno per giorno, nella faticosa ma inarrestabile presa di coscienza di se stessa. Originale proprio perché descrive situazioni e processi mentali plausibili in cui è possibile riconoscersi.

Tra due mari - Carmine Abate

Con questo romanzo Abate ci stupisce con una storia epica: viaggi giovanili, grandi passioni, natura rigogliosa, minacce sempre presenti, e su tutto un grande sogno che si realizza a caro prezzo ma con tenacia e determinazione eccezionali. Una scrittura affascinante.

Un incantevole aprile - Elizabeth von Arnim

'Siamo state buone per troppo tempo, ora abbiamo bisogno di riposarci'
Che simpatica descrizione della condizione femminile!!! Essere state buone ma non felici. Nel ritrovare la felicità sentire il bisogno di condividerla con la persona amata. Un libro che ti rimette in armonia con il creato!

R: Storia di una ladra di libri - Markus Zusak

I libri come antidoto alla follia. I libri per spiegare la follia. I libri che raccontano la follia. Sono d'accordo: emozionante e bellissimo.
Su questo argomento è stato giustamente scritto e detto di tutto e mai sarà abbastanza. Qui lo si fa in modo originale e struggente.

Accabadora - Michela Murgia

Atmosfera e tradizioni sarde rese mirabilmente da Michela Murgia. La storia di Maria ultima nata di una famiglia povera, palesemente trascurata, che diventa fill'e anima di Tzia Bonaria sarta del paese e Ultima Madre, cioè colei che aiuta a morire. L'argomento, delicato, viene trattato con linguaggio scarno e ne viene fuori un romanzo potente nella sua semplicità.

Prima della quiete

L'autrice descrive con spietata schiettezza i meccanismi mentali vigenti al tempo della vicenda e fa percepire l'evolversi del pensiero della protagonista che, vittima innocente, non si ribella ma rimane come sbigottita dalle accuse a lei rivolte, sentendosi comunque in qualche modo responsabile. Onore alla scrittura quindi e al merito di aver raccontato questa storia emblematica. Ci si sente agghiacciati e pieni e moderna indignazione...

La festa del ritorno - Carmine Abate

L'emigrazione come unico modo per sopravvivere.. Il disagio di chi va e di chi resta raccontato dal punto di vista del figlio che vede suo padre partire mentre lo vorrebbe vicino. Crescere in un paese dalle tradizioni antiche, immerso in una natura rigogliosa come sospeso in attesa del ritorno del padre e il formarsi della consapevolezza di avere lo stesso destino.

La maga delle spezie - Chitra Banerjee Divakaruni

Una donna dai poteri misteriosi che diventa 'maga delle spezie' e le utilizza per lenire le ansie e aiutare i frequentatori della sua bottega di Oakland, immigrati indiani alle prese con il nuovo mondo, l'America scintillante e spietata fonte di dolore ma anche di speranza. Veramente una sapiente miscela di spezie profumate per ogni sfaccettatura dell'animo umano. Una scrittura delicata ed evocativa.

Esche vive - Fabio Genovesi

Una sorta di romanzo di formazione, scritto in modo veramente divertente con punte di scanzonata amarezza ma ricco di episodi e situazioni esilaranti.

Rossovermiglio - Benedetta Cibrario

La vita di una donna di famiglia nobile, nata nella Torino monarchica, che abbraccia la storia recente attraverso la guerra e la nascita della Repubblica. Un affresco di un mondo in trasformazione con in primo piano la vicenda personale della protagonista, se vogliamo anche originale, che si costruisce un vita nuova,lontana dal marito impostole dalla famiglia, inseguendo un amore scomodo per un uomo affascinante ma infido, con colpo di scena finale. Scritto molto bene anche se, secondo me, come in altri libri della Cibrario, la conclusione è un po' repentina e frettolosa.

Sotto cieli noncuranti - Benedetta Cibrario

Una sorta di giallo psicologico il cui intreccio originale si perde un po' nella conclusione. La vicenda porta sulla scena personaggi ben tratteggiati e si snoda in una sorta di tempo rarefatto dove davvero cieli noncuranti li osservano dibattersi alle prese con le loro vite sconvolte. Le conclusioni rimangono però solo accennate, non si trova la rivelazione dei fatti né un vera e propria spiegazione.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate