Marcella Esposito

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Dracula - Bram Stoker

"Perchè, in fondo, la vita non è altro che aspettare qualcosa di diverso dal solito; soltanto la morte possiamo contare". pag. 69
La frase tratta dal libro "Dracula" non ha un grande significato nell'economia del libro stesso, nel senso che non è un passaggio fondamentale della storia di Dracula e dei personaggi coinvolti nella storia gotica. Tuttavia sembra particolarmente importante come riflessione per la vita di ciascuno di noi. A pensarci bene troppe volte viviamo pensando a ciò che faremo nel futuro più prossimo o a ciò che abbiamo fatto in quello più remoto, perdendo di vista quello che la vita ci propone qui e ora. Da bambini, all'asilo, pensiamo e ci proiettiamo su come sarà la la vita alle elementari, una volta alle elementari pensiamo alle medie e così via in tutte le esperienze che incontriamo. e' come se l'umanità vivesse proiettata nell'attesa e nel futuro con la conseguenza di perdere la ricchezza e la bellezza del tempo presente.
"Non vedo l'ora di.." è forse una delle frasi più frequenti, la citacitazione ci riporta al tempo presente, ci invita e ci insegna a coglire i frutti del tempo che viviamo. L'accenno finale alla morte dà un importante segno di drammaticità all'insegnamento.

R: The giver - Lois Lowry

"E quali parole, nonostante la precisione del linguaggio a lungo perfezionata, avrebbe potuto usare per spiegare i raggi di sole a chi non li conosceva?" pagina 135

Nel mondo fantascientifico inventato da Lowry Lois, il protagonista ha il compito di raccogliere le memorie per le generazioni future. Il mondo in cui si muove, pur essendo perfetto, sotto determinati punti di vista, in realtà, perde l'essenziale della vita. La frase citata sintetizza la presa di coscienza di Jonas che si rende conto di quanto il nuovo mondo faccia guadagnare ma anche di quello che si viene a perdere. Ciò che si perde è anche quello che rende la vita meritevole di essere vissute: gli stati d'animo, le qualità (i colori, i suoni..) e soprattutto quello che manca è la libertà di scelta. E la libertà è senza dubbio ciò che è essenziale per l'essere umano. Anzi è ciò che rende l'uomo quello che è.
Nella frase citata il protagonista parla dei raggi di sole, anch'essi persi in nome dell'utopia che la società futura ha ormai realizzato. Il protagonista rappresenta l'impossibilità di ogni essere umani di vivere in un mondo dove si è completamente perso il rapporto con la natura. Siccome la nostra società reale sta andando incontro verso questo stile di vita il romanzo serve anche a mettere in guardia l'umanità circa il futuro del mondo.

La bambina dimenticata dal tempo - Siobhan Dowd

"L'oceano è grande, Fergus. non si riesce a vederne la fine. E' come guardare l'eternità" pagina 234.
La storia del libro è una vicenda di guerra. La guerra è un fatto estremamente drammatico. Eppure è proprio nei momenti più drammatici della vita che sembra di poterne toccare la massima profondità. questo è il caso in qui si trova Fergus -giovane maturando impegnato in certa misura e suo malgrado nella guerra civile irlandese- e suo zio casuale scopritore del corpo della piccola bambina la cui storia dà il titolo al titolo stesso. In questo contesto, in questo dramma, lo zio pronuncia la frase che ho scelto come citazione. E' chiaro il parallelo che lo zio pone tra l'immensa distesa dell'oceano e l'immenso mistero della vita. Così come non si riesce a vedere la fine dell'oceano così è difficile riuscire a capire il senso autentico della vita. Anche il richiamo dell'eternità conferisce un senso di sacro e di assoluto alla citazione stessa. A prescindere dalla situazione in cui la frase è pronunciata il suo significato inquadra quei momenti della vita di ciascun essere umano (molto rari ma sicuri nell'arco di una vita) in cui il nostro sguardo va oltre la realtà materiale che si percepisce, va al di là degli oggetti che abbiamo davanti e si perde nell'orizzonte dell'infinito. In sintesi la citazione descrive il rapporto dell'essere umano con l'infinito e questo è uno dei momenti più autentici della vita di ciascuno di noi.

Immagino che l'autrice abbia affrontato nel corso della sua vita momenti drammatici narrati dalla storia stessa e penso che abbia sperimentato in prima persona come, talvolta, siano proprio le situazioni più dolorose quelle in cui compare, inaspettato, un bagliore di eternità.

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate