Community » Forum » Recensioni

1555 Visite, 1 Messaggi
Leonardo Gai
138 posts

Tempo di lettura: 5 ore
L'espediente narrativo, abbastanza banale, è in realtà utile all'autore per affrontare nello stesso libro, con un apparente filo logico, argomenti molto diversi:
la DIVERSITA' ("Quando sei un reietto, ti affezioni anche alle pietre che ti scagliano");
l'ORRORE DELLA GUERRA ("Aveva conosciuto l'eccitazione nervosa del primo combattimento a cui scampa un soldato, quando gli uomini si danno pacche sulle spalle e sorridono come se fosse finita, … e aveva conosciuto la depressione profonda che segue il secondo combattimento, quando il soldato si rende conto che la lotta non si ferma a una sola battaglia e molte altre lo attendono");
il RAPPORTO GENITORI-FIGLI ("Tutti i genitori fanno del male ai figli, è inevitabile. I giovani, come vetro puro, conservano le impronte di quanti li toccano. Alcuni genitori li macchiano, altri li incrinano, altri ancora li frantumano in mille pezzi, senza possibilità di recupero");
l'AMORE ("Ma l'amore assume molte forme, e non è mai lo stesso per qualsiasi uomo e qualsiasi donna");
il SENSO DELLA VITA, perché tutte le vite hanno un senso.
Tutto sommato, un libro che contiene spunti interessanti.

  • «
  • 1
  • »

1506 Messaggi in 1387 Discussioni di 183 utenti

Attualmente online: Ci sono 6 utenti online