Community » Forum » Recensioni

Città di carta
0 1 0
Green, John <1977- >

Città di carta

Milano : Rizzoli oltre, 2009

Abstract: Quentin Jacobsen è sempre stato innamorato di Margo Roth Spiegelman, fin da quando, da bambini, hanno condiviso un'inquietante scoperta. Con il passare degli anni il loro legame speciale sembrava essersi spezzato, ma alla vigilia del diploma Margo appare all'improvviso alla finestra di Quentin e lo trascina in piena notte in un'avventura indimenticabile. Forse le cose possono cambiare, forse tra di loro tutto ricomincerà. E invece no. La mattina dopo Margo scompare misteriosamente. Tutti credono che si tratti di un altro dei suoi colpi di testa, di uno dei suoi viaggi on the road che l'hanno resa leggendaria a scuola. Ma questa volta è diverso. Questa fuga da Orlando, la sua città di carta, dopo che tutti i fili dentro di lei si sono spezzati, potrebbe essere l'ultima.

1673 Visite, 1 Messaggi

“Non è nemmeno di plastica, persino la plastica è più consistente. E’ una città di carta. Guardala, Q: guarda tutti quei viottoli, quelle strade che girano su se stesse, quelle case che sono state costruite per cadere a pezzi. Tutte quelle persone di carta che bevono birra che qualche cretino ha comprato in qualche discount di carta. Tutti rimbambiti dalla frenesia di possedere cose. Cose sottili e fragili come carta.”

Margo ha diciotto anni e vive a Orlando. Quentin se ne è innamorato la prima volta che la ha vista, da bambino, e non ha mai smesso di amarla anche se lei, all’improvviso, si è allontanata, circondandosi di nuovi amici. Poi, una notte, Quentin se la ritroverà alla finestra di camera sua ed esiterà solo pochi attimi, prima di accettare di seguirla in un’impresa che li terrà svegli fino alla mattina seguente. Durante quella notte il ragazzo la scarrozzerà in auto dove vorrà, insieme si intrufoleranno in abitazioni private, entreranno in un centro commerciale e nel grande acquario cittadino, saliranno sulla torre più alta di Orlando e guarderanno dall’alto la loro “città di carta”.
E la mattina dopo? E i giorni seguenti? Di Margo nessuna traccia.
Quentin si metterà in viaggio alla sua ricerca. Troverà Margo, pronta a partire per la prossima tappa del suo girovagare, diretta in ogni luogo che non sia casa sua. Che fare, salire in auto e tornare a casa o seguire la ragazza di cui è, da sempre, innamorato?

Perché leggerlo: perché è una storia che ti coinvolge come un romanzo di avventura, ti emoziona come un romanzo d'amore, ti prende come un romanzo giallo.

Se ti è piaciuto allora... leggi anche “Ogni giorno” di David Levithan

  • «
  • 1
  • »

1497 Messaggi in 1380 Discussioni di 181 utenti

Attualmente online: Ci sono 7 utenti online