Community » Forum » Recensioni

Le ribelli di Challant
0 1 0
Lossani, Chiara

Le ribelli di Challant

Milano : Rizzoli, 2014

Abstract: Dora Quey ha tredici anni e vive nel castello di Villa-Challant insieme al padre che amministra i beni della contessa Catherine di Challant e alla moglie del padre, una perfetta dama di corte tanto, troppo diversa dalla sua adorata mamma che non c'è più. Siamo nel 1450 e per rispettare le regole dettate dal tempo e dal luogo Dora dovrebbe diventare una damigella dedita esclusivamente ai belletti e alle rassicuranti occupazioni domestiche ma il suo destino ha in serbo ben altre avventure. Impara a leggere e scrivere e preferisce la compagnia del cavaliere Laurent de la Chavre e del suo fido scudiero Mirò Godret a quella delle noiose dame di compagnia. Intanto fuori dal castello incalza la guerra per la successione al trono degli Challant e la contessa in persona decide di trasferirsi al maniero di Villa per essere al sicuro. Il destino di Dora, inaspettatamente, si intreccia a quello di Catherine: entrambe ragazze ribelli per affermare il diritto di essere se stesse. Età di lettura: da 10 anni.

1628 Visite, 1 Messaggi

"Il mio destino correva parallelo a quello della valle, in attesa come me di avvenimenti che ne cambiassero la vita."
Siamo nel 1450, anno del sesto giubileo e di profondi cambiamenti storico-politici. La vivace tredicenne Dora Quey abita in Valle d'Aosta nel castello di Villa-Challant, insieme al padre, amministratore dei beni della contessa Catherine di Challant. Dopo la morte della mamma, Dora si trova totalmente abbandonata a se stessa, in balía delle prepotenze della matrigna, sempre pronta a umiliarla per la sua scarsa avvenenza e il suo comportamento inadeguato. Una mattina, l'incontro inaspettato con due pellegrini, il giovane e affascinante Laurent de la Chavre e il suo scudiero Mirò Godret, la salverá da quella esistenza monotona, dando inizio all'avventura. Intanto fuori dal castello la guerra per la successione al trono degli Challant è alle porte e la contessa Catherine, legittima erede, decide di trasferirsi al maniero di Villa per stare al sicuro. Può una donna essere in grado di governare come un uomo? Molti tenteranno di sottrarle il titolo, ma Catherine è decisa a far valere il proprio diritto con coraggio. Il suo destino si intreccia a quello di Dora: due donne diverse tra loro e pure simili nella lotta per affermare se stesse, nella ribellione al ruolo troppo stretto che la società vuole imporgli. È un romanzo storico avvincente, una storia ricca di intrighi e vicende che come tessere di un puzzle la compongono gradualmente, lasciando un senso di suspance e mistero nel corso dei capitoli, grazie anche all'alternarsi dei diversi punti di vista dei personaggi principali. Consigliato agli amanti di storie di dame e cavalieri e non solo, poiché impossibile non farsi coinvolgere da questa avventura e non affezionarsi ai protagonisti, cosí lontani nel tempo ma vicini a noi per umanità e introspezione: abbiamo tutti le nostre battaglie personali da affrontare, che ci fanno crescere e acquistare consapevolezza di noi stessi, della strada giusta da seguire.

  • «
  • 1
  • »

1497 Messaggi in 1380 Discussioni di 181 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.