Community » Forum » Recensioni

Janet la storta
4 1 0
Stevenson, Robert Louis <1850-1894> - Quarello, Maurizio A. C.

Janet la storta

Roma : Orecchio acerbo, 2012

Abstract: E da quel momento, è divenuto l'uomo che oggi conoscete. Cosa accadde, al reverendo Murdoch, la notte del 17 agosto 1712, tra le lande scozzesi morse dall'afa, i salici doloranti a bordo fiume e gli insidiosi cigolii di una casa posseduta? E chi si cela sotto le spoglie di Janet, la vecchia storpia assunta come perpetua dal buon reverendo? Il brivido è assicurato fino all'ultima pagina, quando l'Uomo Nero fugge via, lontano, e si dissolve nel sole. I Lumi vittoriosi ingoiano il maligno. Che però, al vederlo correre via di spalle, è così simile al buon vecchio Murdoch... I temi cari a Stevenson del doppio e della lotta fra il bene e il male, riletti attraverso lo sguardo di un illustratore che rievoca il nero di Goya e il sublime di Böcklin. Postfazione di Goffredo Fofi. Età di lettura: da 12 anni.

2082 Visite, 1 Messaggi

“A un tratto Janet si voltò e mostrò il viso, e il reverendo Soulis sentì lo stesso brivido gelido già provato due volte quel giorno, e ripensò a quello che la gente diceva, che janet era morta da molto tempo e questo era un fantasma che aveva preso dimora nella sua fredda carne.”

Il protagonista oramai anziano, il reverendo Murdoch Soulis, è un vecchio severo e dall'espressione cupa che incute timore in chi lo sente parlare, ma la storia narrata risale a cinquant’anni prima, quando il giovane reverendo era venuto ad abitare la canonica in mezzo agli alberi, tra il fiume Dule e e il Bosco dell’Impiccato.
Il reverendo Soulis non condivide il superstizioso comportamento dei parrocchiani che considerano la vecchia Janet M’Clour una strega per via del suo orribile aspetto e la giudicano male anche a causa di una giovanile e fugace relazione con un soldato dal quale ha avuto un figlio. Quando si sparse la voce che sarebbe andata a fare da governante alla canonica le donne del paese si infuriano e tentano addirittura di affogarla nelle acque del fiume. Fu allora che intervenne il reverendo Murdoch che non solo difese Janet ma l'accolse subito in casa come governante, contro il parere di tutti i paesani. Janet assolve i propri compiti con cura e in silenzio e tutto procede nella più assoluta normalità fino alla fatidica data del diciassette agosto. Una mostruosa figura nera appare al reverendo Murdoch nel cimitero e poi altrettanto rapidamente scompare, la notte strani rumori richiamano l'attenzione del reverendo che inizia a chiedersi chi sia veramente Janet, lo scoprirà a breve, e tutto ciò che succederà quella notte cambierà il giovane reverendo nella strana e solitaria persona che oggi tutto il villaggio teme.
Perchè leggerlo:
Un racconto inquietante, consigliato a chi ama la suspanse e non teme brividi di paura, resi ancora più forti dalle magnifiche illustrazioni che rendono reale l'atmosfera tetra e da brivido che aleggia in tutto il racconto e che fanno meglio immergere il lettore nella storia.
Se ti è piaciuto allora...... leggi anche questo:
Mostri & Co. : Frankenstein, Dracula, Il dottor Jekyll e Mister Hyde, La mummia, Il lupo mannaro, Il Golem di diversi autori tra cui anche lo stesso Stevenson.
Una carrellata completa di tutti i mostri più temibili, creature orribili e infelici, che hanno catturato la fantasia popolare di tutti i tempi, terrorizzando intere generazioni di lettori.

  • «
  • 1
  • »

1497 Messaggi in 1380 Discussioni di 181 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.