Community » Forum » Recensioni

Io sono Malala
0 1 0
Yousafzai, Malala - Lamb, Christina

Io sono Malala

Milano : Garzanti per Corriere della Sera, 2013

Abstract: Valle dello Swat, Pakistan, 9 ottobre 2012, ore dodici. La scuola è finita, e Malala insieme alle sue compagne è sul vecchio bus che la riporta a casa. All'improvviso un uomo sale a bordo e spara tre proiettili, colpendola in pieno volto e lasciandola in fin di vita. Malala ha appena quindici anni, ma per i talebani è colpevole di aver gridato al mondo sin da piccola il suo desiderio di leggere e studiare. Per questo deve morire. Ma Malala non muore: la sua guarigione miracolosa sarà l'inizio di un viaggio straordinario dalla remota valle in cui è nata fino all'assemblea generale delle Nazioni Unite. Oggi Malala è il simbolo universale delle donne che combattono per il diritto alla cultura e al sapere, ed è stata la più giovane candidata di sempre al Premio Nobel per la pace. Questo libro è la storia vera e avvincente come un romanzo della sua vita coraggiosa, un inno alla tolleranza e al diritto all'educazione di tutti i bambini, il racconto appassionato di una voce capace di cambiare il mondo.

1518 Visite, 1 Messaggi

“Ma mentre guardavo i miei fratelli correre sulla terrazza del tetto, far volare gli aquiloni e spostare avanti e indietro abilmente le corde per abbattere quelli degli altri, mi chiedevo fino a che punto una femmina avrebbe potuto essere libera”

Malala ha quindici anni e vive in un paese del Pakistan, in mano ai talebani. Frequenta la scuola locale e un giorno nell’ottobre del 2012, mentre torna a casa su un bus insieme alle compagne di classe, è vittima di un attentato: un uomo le spara più volte al volto, lasciandola in fin di vita.
Inizia con questo episodio la narrazione in prima persona della vita della giovane Malala, spirito libero in una terra in cui il potere è in mano agli uomini, mentre alle donne sono negate l’istruzione e la possibilità di vivere al di fuori delle pareti domestiche, coltivando interessi personali che siano diversi dal cucinare e dall’accudire il marito e i figli.
Malala racconta la sua vita di adolescente in una famiglia povera, ma unita, con un padre dalla mentalità aperta; la sua storia personale si intreccia con le vicende del Pakistan contemporaneo e i suoi sogni di ragazzina si scontrano con le leggi e i divieti imposti dai talebani, per lei incomprensibili.
I talebani la vogliono morta, perché lei vuole studiare, istruirsi ed essere libera. Non riescono ad ucciderla; Malala viene curata e, una volta guarita, riprende la sua battaglia in difesa dei diritti delle donne e del diritto universale all’istruzione.

Perchè leggerlo: Malala è un personaggio eccezionale che non perde l’innocenza della sua giovane età; dà emozione e speranza leggere di una ragazzina di appena quindici anni che vuole combattere per il diritto all’istruzione e per migliorare le condizioni di vita del suo popolo, in particolare delle donne.

Se ti è piaciuto leggi anche “Persepolis” di Marjane Satrapi

  • «
  • 1
  • »

1497 Messaggi in 1380 Discussioni di 181 utenti

Attualmente online: Ci sono 9 utenti online