Community » Forum » Recensioni

3138 Visite, 1 Messaggi

“Voglio ballare per sempre.
Voglio dilatare questo momento all'infinito e danzare per l'eternità.
In quell'istante Robin, proprio lei, si sente trasformare in una piccola stella nel buio, sospesa tra terra e cielo”

Robin ha dodici anni, vive insieme al padre e al nonno. Sua madre se ne è andata per lavorare lontano, con un'organizzazione umanitaria; ogni tanto si sentono via email, ma Robin spera, ormai, che non torni più a casa.
Robin non è come le sue coetanee, non ama parlare di moda e di ragazzi. Preferisce vestirsi con maglie e jeans extralarge e uscire con i suoi amici maschi. Con il padre parla poco, ma proprio lui, quasi casualmente, si accorge che Robin ha una passione per il ballo. Così la incoraggia ad iscriversi ad una scuola di danza e dal momento in cui Robin frequenterà la prima lezione, la sua vita cambierà. Ballare hip-hop le viene naturale e la fa sentire bene. Non c'è niente di meglio dell'hip-hop! Ma sarà vero? Quando conoscerà Guido, ballerino di danza classica, qualcosa in Robin cambierà e il guscio dentro al quale era vissuta fino allora, si romperà. Sarà la nascita di una bella amicizia tra due giovani diversi l'una dall'altro, che danzando scoprono se stessi.

Perché leggerlo: la storia ha gli ingredienti per piacere agli adolescenti: il difficile rapporto con i genitori, il non sentirsi accettati dal gruppo dei coetanei, l'affermarsi della propria personalità, l'amicizia, la passione per il ballo e la voglia di dare il meglio di sé. Ed è soprattutto la storia di una bella e sincera amicizia tra un ragazzo e una ragazza.

Se ti è piaciuto leggi anche “O sei dentro o sei fuori” di Guido Sgardoli

  • «
  • 1
  • »

1497 Messaggi in 1380 Discussioni di 181 utenti

Attualmente online: Ci sono 5 utenti online