Community » Forum » Recensioni

Cuore testardo
0 1 0
Cinquetti, Nicola <1967- >

Cuore testardo

Cinisello Balsamo : San Paolo, 2013

Abstract: Riccardo, 16 anni, è testimone dello scherzo crudele di un bullo ai danni di un ragazzo disabile ed è a sua volta aggredito per aver denunciato il fatto. Viene però aiutato da un gruppo di ragazzi appartenenti al gruppo dei Figli di Papà Sognante, tra i quali c'è anche Josephine, che è davvero straordinaria. Il ragazzo entra nel gruppo ma la sua famiglia è preoccupata: lascia il calcio, tiene lontano il fratello Lucio che si impiccia e non ascolta più nemmeno la sorella. Una sera tornando in auto dalla casa del Maestro che Riccardo ha incontrato solo due volte - investono un motorino. Uno dei compagni scende a controllare e comunica agli altri che è tutto a posto. L'indomani Riccardo scopre che il ragazzo del motorino è morto e viene quindi assalito dai sensi di colpa; il gruppo però lo minaccia imponendogli di non parlare. Da allora cambia tutto. Riccardo riconosce che i Figli di Papà Sognante sono una vera e propria setta e, minacciato, scappa e abbandona il gruppo. Adesso non gli resta che convincere Josephine a seguire la sua scelta. I nuovi amici di Riccardo sono sorprendenti. Papà Sognante sembra leggerti nel cuore. Allora cos'è quel disagio sottile anche nei momenti più belli? Età di lettura: da 11 anni.

1567 Visite, 1 Messaggi

Riccardo ha sedici anni, va a scuola e gioca a calcio. Testimone di uno scherzo crudele compiuto dal bullo della scuola ai danni di un compagno, decide di denunciare l'accaduto al preside. Nel momento in cui il bullo si vendicherà della spiata, Riccardo conoscerà alcuni ragazzi che diventeranno i suoi nuovi amici.
Capelli lunghi, vestiti colorati, sguardo sereno: i nuovi amici di Riccardo sono “strani”, ma lo fanno sentire speciale, sono premurosi nei suoi confronti e lo invitano a trascorrere insieme a loro sempre più tempo. Senza accorgersene, il ragazzo è entrato a far parte dei Figli di Papà Sognante, una sorta di setta new age guidata da un Maestro che i giovani riconoscono come unica autorità.
Le parole di Papà Sognante e le attenzioni che riceve fanno sentire Riccardo amato. Tutto cambierà quando il ragazzo e i suoi nuovi amici saranno responsabili della morte di un giovane: Riccardo vorrebbe confessare l'accaduto, mentre gli altri, compreso Papà Sognante, lo obbligano a tacere. Da quel momento, Riccardo apre gli occhi e si rende conto di cosa valga davvero per lui: niente più Figli di Papà Sognante, molto meglio la sua vita di una volta e l'amore, forse, di Marianna.

Perché leggerlo: la storia è originale e affronta il tema del bisogno degli adolescenti di sentirsi accettati dal gruppo e mostra i pericoli del lasciarsi totalmente assorbire dalle nuove amicizie, soprattutto dai “falsi” amici. Non mancano alcuni temi tipici della vita degli adolescenti, come l’amicizia e il bisogno di indipendenza dalla famiglia.

Se ti è piaciuto, leggi anche “Via da tutto” di Brigid Lowry

  • «
  • 1
  • »

1496 Messaggi in 1379 Discussioni di 181 utenti

Attualmente online: Ci sono 2 utenti online