Community » Forum » Recensioni

Basta guardare il cielo
0 1 0
Philbrick, Rodman

Basta guardare il cielo

Milano : Bompiani, 1999

Abstract: Max, un adolescente difficile che vive con i nonni materni perché orfano di madre, uccisa da suo padre, racconta dell'intenso legame di amicizia e complementarità instaurato con Kevin, detto Freak, un coetaneo disabile. Senza illustrazioni, con glossario dei termini utilizzati da Freak e notizie sull'autore.

1490 Visite, 1 Messaggi
Barbara Baldi
22 posts

"Tu hai bisogno di un cervello e io di un paio di gambe, insieme formiamo una persona perfetta"

Max è un ragazzo grande e grosso e, dicono tutti, un po' scemo. Kevin ha una rara malattia che ha impedito al suo corpo di svilupparsi. Sono tutti e due soli, ma sono anche la cura che serve all'altro, perché se Max ha gambe forti, così forti da bastare per due, Kevin possiede immaginazione e intelligenza anche per Max. E insieme non sono più né Max né Kevin: insieme sono Freak The Mighty, una creatura capace di qualsiasi cosa. Anche la più impossibile: non farli sentire più né stupidi né malati, ma solo splendidamente vivi.

Mi è piaciuto perchè:storia divertente e avventurosa di due ragazzi che, ispirati dalle avvincenti vicende di Re Artù e dei suoi Cavalieri della Tavola Rotonda, danno inizio a un viaggio alla ricerca della grandezza del bene, per scoprire alla fine il più grande tesoro che ci sia: l’amicizia.

Puoi leggere anche:
"Il bambino di vetro" - "Luna: sei il mio sole"

  • «
  • 1
  • »

1496 Messaggi in 1379 Discussioni di 181 utenti

Attualmente online: Ci sono 8 utenti online