Community » Forum » Recensioni

Il viaggio della strega bambina
0 1 0
Rees, Celia

Il viaggio della strega bambina

Milano : Salani, c2001

Abstract: L'hanno rinchiusa in prigione per più di una settimana. Prima l'hanno fatta camminare a passo di marcia, su e giù, su e giù in mezzo a loro, per un giorno e una notte, finché non è più riuscita nemmeno a zoppicare, tanto aveva i piedi gonfi e sanguinanti. Non avrebbe confessato. Così hanno deciso di dimostrare che era una strega. Le pagine di un diario sono cucite dentro una trapunta. Una trapunta che giace indisturbata per oltre trecento anni, finché non viene aperta per essere pulita, e allora dalle sue pieghe cade una storia forte ed emozionante. La storia di Mary, nipote di una strega. Quando la nonna di Mary viene condannata a morte per stregoneria, Mary scappa per sfuggire allo stesso destino, prima nella campagna inglese e poi su una nave per l'America, dove spera di trovare una nuova casa, un luogo dove essere una persona nuova. Scopre però che non è facile fuggire e presto cade vittima di superstizioni e sospetti che potrebbero farle subire lo stesso fato di sua nonna. Mary è decisa a non farsi calpestare, torturare e uccidere per un crimine immaginario come la stregoneria. Uno sguardo femminile sul mondo, una storia narrata con grande vividezza, come una ripresa cinematografica.

1499 Visite, 1 Messaggi

“Lei [la nonna] dormiva nel letto accanto a me tutte le notti. Come faccio a sapere dove la portava il sonno?
Tutte bugie. Assurdità e bugie.
Le persone che l'accusavano erano i nostri amici, i nostri vicini. Venivano da lei a chiedere il suo aiuto per le bestie e i bambini malati o feriti, o per una donna sul punto di partorire. Perché conosceva le erbe e le pozioni, ma il potere veniva da lei, non dal diavolo. La gente si fidava di lei, o almeno l'aveva fatto fino a quel momento, aveva cercato la sua presenza. Nascita o morte, mia nonna era chiamata ad assistere nel passaggio da un mondo all'altro.”

Un racconto narrato in forma di diario da Mary, nipote di una strega che vive nel 1659.
Mary viene fatta allontanare dall'Inghilterra con un gruppo di coloni diretti in America.
All'inizio si fermano a Salem per poi ripartire verso il villaggio a cui sono destinati. Là vivranno seguendo passo passo le parole e le regole profuse dai loro pastori in interminabili sermoni.
Per condannare inusuali comportamenti di alcuni abitanti del villaggio i pastori puritani daranno inizio alla caccia alle streghe e Mary... Un'avventura tutta da scoprire.

Romanzo coinvolgente e trascinante, che incanta il lettore. Si scoprirà che gli effetti del pregiudizio e dell'odio non sono soltanto caratteristiche peculiari del 1600 (secolo della caccia alle streghe) ma sono rintracciabili anche nella nostra società contemporanea.

Se ti è piaciuto leggi anche questo:
Celia Rees
Se fossi una strega

  • «
  • 1
  • »

1496 Messaggi in 1379 Discussioni di 181 utenti

Attualmente online: Ci sono 12 utenti online