Community » Forum » Recensioni

Ribelli in fuga
5 2 0
Percivale, Tommaso

Ribelli in fuga

San Dorligo della Valle : Einaudi Ragazzi, ©2013

Abstract: Gianni, Ines e Ciccio fanno parte di un gruppo di scout che nell'Italia degli anni Venti si divide fra lavoro, scuola, escursioni, campi estivi. Finché in paese arriva il regime fascista, che scioglie i gruppi scout. I nuovi venuti parlano di disciplina, lealtà, onore e coraggio, gli stessi ideali degli scout, ma vogliono costringerli ad essere diversi, ad abbandonare il valore più importante per loro: la libertà. Ma "come si fa ad accantonare una parte di sé con tanta disinvoltura, soppiantandola con un'altra?" Così Gianni, Ines e altri ragazzi decidono di riprendersi la libertà con una fuga sulle montagne, che conoscono come le loro tasche. Rischiando la vita si nascondono in un covo segreto: sarà dura, ma troveranno il modo di sopravvivere. Quando sembra che tutto vada per il meglio, vengono scoperti e inseguiti tra monti e valli dai loro vecchi compagni che hanno aderito al fascismo... Consigliato a chi cerca una storia forte sul valore della libertà e sul coraggio di essere se stessi. Età di lettura: 11-13 anni

1948 Visite, 2 Messaggi

Gianni, Ines e Ciccio fanno parte di un gruppo di scout che nell'Italia degli anni Venti si divide fra lavoro, scuola, escursioni, campi estivi. Finché in paese arriva il regime fascista, che scioglie i gruppi scout. I nuovi venuti parlano di disciplina, lealtà, onore e coraggio, gli stessi ideali degli scout, ma vogliono costringerli ad essere diversi, ad abbandonare il valore più importante per loro: la libertà.
Come si fa ad accantonare una parte di sé con tanta disinvoltura, soppiantandola con un'altra?. Così Gianni, Ines e altri ragazzi decidono di riprendersi la libertà con una fuga sulle montagne, che conoscono come le loro tasche.
Rischiando la vita si nascondono in un covo segreto: sarà dura, ma troveranno il modo di sopravvivere. Quando sembra che tutto vada per il meglio, vengono scoperti e inseguiti tra monti e valli dai loro vecchi compagni che hanno aderito al fascismo...

Consigliato a chi cerca una storia forte sul valore della libertà e sul coraggio di essere se stessi.
Età di lettura: 11-13 anni

Elena, Biblioteca di Quarrata

Barbara Baldi
22 posts

   "- Affido l'insegna del reparto scout di Pruneto a te, albero secolare!-dichiarò.
-Questa insegna rappresenta ciò in cui crediamo. Rappresenta il nostro modo di essere noi stessi, di affrontare la vita. Anche se dobbiamo separarci, il lnostro cuore resta appeso qui, ben saldo. Nessuno meglio di te può custodire questo tesoro e noi ti impoloriamo di proteggerlo dai pericoli e dalle minace, con i tuoi rami forti e le tue fronde buone."

1927- in un paese di montagna sull'Appenino la vita tranquilla dei suoi abitanti subisce l'inevitabile cambiamento dovuto al regime fascista.
Anche i ragazzi, che fino ad allora facevano parte degli Scout, sono in qualche modo obbligati ad aderire al corpo dei Balilla. Gianni non si riconosce nei nuovi ideali e sente sempre più la mancanza della Libertà. Con un gruppo di amici ed amiche decide di fuggire a questa realtà.

Perchè leggerlo:
Racconto piacevole dove predominano i sentimenti di lealtà, giustizia, onore, alternati da momenti teneri e di passioni nascoste. In un contesto storico di cambiamento travolgente per tutte le età.

Se ti è piaciuto puoi leggere anche:
"Delirium"

  • «
  • 1
  • »

1496 Messaggi in 1379 Discussioni di 181 utenti

Attualmente online: Ci sono 1 utenti online