Community » Forum » Recensioni

Donne, madonne, mercanti e cavalieri
0 1 0
Barbero, Alessandro <1959->

Donne, madonne, mercanti e cavalieri

Roma ; Bari : Laterza, 2013

Abstract: Fra' Salimbene da Parma, il francescano che ha conosciuto papi e imperatori, vescovi e predicatori, e su ognuno ha da raccontare aneddoti, maldicenze e pettegolezzi; Dino Compagni, il mercante di Firenze che ha vissuto in prima persona i sussulti politici d'un comune lacerato dai conflitti al tempo di Dante; Jean de Joinville, il nobile cavaliere che ha accompagnato Luigi il Santo alla crociata, testimone imperturbabile di sacrifici, eroismi e vigliaccherie; Caterina da Siena, che parlava con Dio e le cui lettere infuocate facevano tremare papi e cardinali; Christine de Pizan (si chiamava in realtà Cristina da Pizzano), la prima donna che ha concepito se stessa come scrittrice di professione, si è guadagnata da vivere ed è diventata famosa scrivendo libri; Giovanna d'Arco, che comandò un esercito vestita da uomo e pagò con la vita quella sfida alle regole del suo tempo. E possibile incontrare uomini e donne del Medioevo, sentirli parlare a lungo e imparare a conoscerli? E possibile se hanno lasciato testimonianze scritte, in cui hanno messo molto di se stessi. È il caso di cinque su sei dei nostri personaggi; della sesta, Giovanna d'Arco, che era analfabeta o quasi, possediamo lo stesso le parole, grazie al processo di cui fu vittima e protagonista.

11 Visite, 1 Messaggi
Stefania Bottai
147 posts

Consigliato in occasione de “Il Maggio dei Libri 2021”
LO CONSIGLIO PERCHE':
Il soggetto del libro è il Medioevo. Quel Medioevo spesso scambiato per oscurantista, gretto e contratto. Invece, grazie al racconto di 6 vite, Barbero ci illustra un millennio in fermento, vivo e fucina di grandi sentimenti.
FRASE PREFERITA DEL LIBRO:
“... chi impedisce alle donne di studiare sono gli uomini ignoranti che non sopportano di vedere una donna che ne sa più di loro”
DA: Ugo G.

  • «
  • 1
  • »

1103 Messaggi in 1013 Discussioni di 160 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.