Community » Forum » Recensioni

La leggerezza del poco
3 1 0
Katō, Emiko

La leggerezza del poco

Milano : Vallardi, 2017

1101 Visite, 1 Messaggi
Leonardo Gai
138 posts

Tempo di lettura: 2 h
Prima del lockdown, mi ha incuriosito il titolo e l'ho preso in biblioteca. Non ho letto i due precedenti di quest'autrice giapponese, ma il libro contiene spunti interessanti, che ci fanno riflettere sulla società del consumismo e sullo stile di vita da seguire per avere una vita piena, appagante.
"... la tradizione giapponese basata sulla semplicità, che deve richiamare una decorosa povertà...Noi giapponesi dai tempi antichi fino a oggi, siamo sempre stati alla ricerca di una vita semplice e abbiamo messo in pratica questo concetto trasformandolo in un requisito essenziale per gli oggetti di qualità. Il culmine della decorosa povertà è il non possedere nulla. In questa condizione il tempo scorre in modo pieno: esiste un lusso più grande? Eppure oggi questo concetto non ci è più così familiare.
Dunque, qual è la ricchezza del non possedere nulla? Lo spirito. La ricchezza dello spirito significa avere sentimenti positivi e un'immaginazione ricca, che scaturiscono anche se non si possiede nulla"
"La mancanza di premura nei confronti degli altri è povertà di spirito...E' lo stesso quando non riusciamo a dimostrare riconoscenza per le azioni altrui e finiamo in qualche modo per calpestare quel sentimento. Anche l'eccessiva inclinazione a volere emergere sugli altri è data dalla povertà di spirito. Così come il fare tutto quello che fanno gli altri… Aumentare il senso del bello conoscendo sempre più noi stessi, senza farci influenzare dalla società basata sull’economia, circondarci di cose autentiche e ampliare le relazioni di reciproco rispetto: ecco come costruire un’esistenza e una vita quotidiana di qualità”

  • «
  • 1
  • »

1497 Messaggi in 1380 Discussioni di 181 utenti

Attualmente online: Ci sono 2 utenti online