Community » Forum » Recensioni

Morti ma senza esagerare
3 1 0
Bartolomei, Fabio

Morti ma senza esagerare

Roma : E/O, 2020

1153 Visite, 1 Messaggi
Leonardo Gai
138 posts

Tempo di lettura: 2 ore
Fabio Bartolomei è un autore decisamente interessante, ed ho voluto rendermi conto con quali esiti riuscisse a cimentarsi anche in una short story.
In questa affronta il tema del rapporto fra genitori e figli, del distacco dopo la morte, del tempo necessario per elaborare il lutto, con la consueta leggerezza ed ironia.
"La vita è una nobile vecchia e bizzosa che si compiace dei propri capricci ...
La mazzata è indossare la sua vestaglia per sentirne il profumo e per illudersi in un rimasuglio di calore. E' frugare fra le sue cose, come tra le macerie, in cerca di brandelli di lei ...
Quella che mi è capitata è una seconda opportunità, l'ultima per dire ai miei tutto ciò che non ho detto, e la sto sprecando in cerca di risposte inutili. C'è stato un momento ben preciso in cui ho smesso di parlare con loro. Un momento in cui li ho sentiti vecchi, incapaci di capire i miei tormenti da adolescente. Meglio gli amici, che avevano sempre una frase fatta pronta per ogni eventualità ... Loro invece mi guardavano, mi sorridevano, mi sfioravano, e dicevano banalità proprio per farmi capire che tutto ciò che c'era da sapere era in quegli sguardi ed in quella vicinanza. E negli esempi ripetuti, giorno dopo giorno, affinché ci mettessi del mio per apprendere come ci si nutre, come ci si difende, come si sopravvive. Una logica primitiva, da branco, di cui solo ora colgo l'elevatezza"

  • «
  • 1
  • »

1496 Messaggi in 1379 Discussioni di 181 utenti

Attualmente online: Ci sono 5 utenti online