Rossella Raspanti

Vedi tutti i suoi post
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Ti darò il sole - Jandy Nelson

Inizizamo a conoscere i gemelli Jude e Noah quando hanno 13 anni, la loro storia e quella della loro famiglia si sviluppa alternanandone i punti di vista nei vari capitoli, ci conducono ad una scoperta sempre più profonda dei sentimenti che legano i personaggi, racchiusi fra passato e presente. Noah è la voce che iniza a narrare avvenimenti ed emozioni partendo dai loro 13 anni, a cui si alterna Jude, che inizia a racconatre dai 16 anni.
Noah all'età di tredici anni è un ragazzino timido e introverso, ma testardo e deciso, con una passione artistica che rappresenta tutto il suo universo; comprende pienamente le emozioni della sua identità sessuale, non è però ancora pronto a condividerla con il resto del mondo. Noah è come la luna, solitaria e scostante, misteriosa ed enigmatica, silenziosa ed affascinante...
Jude è una ragazzina tutta pepe, coraggiosa ed intrapendente, piena di inventiva, è in contatto, come la madre, con la nonna Sweetwine... peccato dhe sia morta! Jude è come il sole, pura essenza vitale al centro dell'attenzione, brillante ed accecante, coinvolgente e priva di filtri, semplicemente inarrestabile...
Quando, dopo appena tre anni, ascoltiamo la voce di Jude, sembra sia trascorsa una vita intera: Noah e Jude non si parlano, il loro rapporto sembra svanito improvvisamente. Scopriremo un po' alla volta incoffessabili tradimenti, invidie e gelosie, sensi di colpa e bugie pericolose. Sarà Guillermo, uno scultore a cui Jude si rivolge per fare una statua della madre, che inconsapevolmente riporta tutti gli attori sulla scena e riscrive il copione della loro storia, e si può tornare a vivere pienamente.

Da quando ho incontrato Jessica - Andrew Norriss

I temi del bullismo, della depressione e della solidarietà rendono speciale questa storia, insieme al ruolo fondamentale che ha l'amicizia in tutto questo.
Francis è un ragazzino qualunque, ma ha un hobby che fin da piccolo lo rende diverso agli occhi di tutti i suoi compagni di classe, da cui è continuamente preso in giro; per questo, durante la pausa pranzo, preferisce starsene in disparte e lontano da tutti per non attirare l'attenzione di nessuno. Un giorno, proprio durante la pausa pranzo, conosce una ragazza che non ha mai visto a scuola: si chiama Jessica, è morta l'anno prima e quindi... è un fantasma.
Francis, incredibile a dirsi, non ha paura di lei, anzi le parla come se niente fosse, la invita a casa sua, la porta nella sua stanza di "lavoro" dove il suo hobby prende forma: non ha mai avuto il coraggio di mostrarla a nessuno.
Tra loro nasce un'amicizia davvero strana, ma solida, Francis riesce a essere pienamente sé stesso e a mostrarsi per quello che è realmente, è felice, anche se non ha altre amicizie se non con la ragazza fantasma che gli ha cambiato la giornata.
Ma anche nel campo dell'amicizia qualcosa cambia quando entrano a far parte della sua vita Andi e Roland, che come lui riescono a vedere Jessica. Un dubbio li incuriosisce: perché solo riescono a vederla? Cos'hanno in comune quei tre ragazzi così diversi da loro?

Maionese, ketchup o latte di soia - Gaia Guasti

Attraverso l'incontro tra i due protagonisti solitari e lasciati ai margini, il libro affronta in forma di racconto diversi temi, come le scelte alimentari, le scelte di vita, l'accettare le diversità e ciascuno per quello che è. La voce narrante è il dodicenne Noah che “studia” attentamente Elianor, la nuova compagna di classe che sembra Mercoledì Addams, nascosta com'è dietro una cortina di capelli neri. Elianor viene presa in giro dal resto della classe e messa al bando per il suo strano odore; Noah non sente un puzzo, ma un odore che non conosce a cui non è abituato: per difenderla arriva ad affrontare il bullo di turno.
Ben presto scoprirà che Elianor vive col padre, che di professione fa il guru, in una grande casa quasi vuota, ed è vegetariana convinta. A poco a poco i due si avvicinano, con la curiosità di voler conoscere l'altro, senza giudicarlo, ma senza neppure conformarsi a scelte che non sentono proprie: diciamo che Noah non è proprio così convinto dal latte di soia...

Stargirl - Jerry Spinelli

Jerry Spinelli, autore di libri per ragazzi, inventa un personaggio carismatico e commovente, che ci spinge a chiederci quanto siamo legati, nella nostra quotidianità, alla paura del giudizio degli altri, e ci suggerisce che la strada più battuta non è sempre l'unicapercorribile nella vita.
Il liceo di una città di provincia, una scuola come tante, viene sconvolto dall'arrivo di Stargirl. Stargirl è una ragazza misteriosa: conosce il giorno del compleanno di ogni singolo alunno della scuola, gira con il topo Cannella in tasca e suona l'ukulele...
Ma non incontrerà l'approvazione dei suoi compagni, troppo ingabbiati dentro una mentalità conformista, Sarà Leo l'unico che riuscirà a entrare nel mondo di Stargirl, ma non fino in fondo...

The Big swim - Cary Fagan

È una storia emozionante ed autentica, un romanzo di formazione che racconta la prima esperienza, in un campeggio estivo di Ethan, un ragazzino a cui l'ansia provoca attacchi di mal di stomaco. Ethan non è per niente atletico, ma ha senso dell'umorismo ed autoironia. Ha sempre passato l'estate in compagnia dei due fratelli, ma quell'anno loro sono ormai abbastanza grandi da trovarsi un lavoro estivo; i genitori andranno a fare un viaggio in Europa e ad Ethan non rimane che accettare a malincuore il campo estivo Betulla. Fin da subito capisce che per sopravvivere deve necessariamente farsi degli amici ed accettare alcune regole non scritte, come lasciarsi affibbiare un soprannome, tutti ne hanno uno per creare spirito di gruppo: il suo è Pinky, per colpa di una coperta anallergica”color carne” che la madre le ha comprato. É introdotto alla vita del campo da Leonard che conosce a bordo del pulman che sta portando tutti al campeggio.“The big swim” del titolo è la Grande Traversata a nuoto del lago fino all'isola di Dowing e ritorno (che i ragazzi chiamano fra loro Isola dell'affogato), un'impresa a cui possono partecipare solo i ragazzi più grandi e coraggiosi. Ethan, che non ha imparato a nuotare, non è certo interessato all'impresa. In campeggio nota fin dal primo giorno Amber, una ragazza in gamba, non una con la puzza sotto il naso; c'è anche Zachary, un tipo misterioso, diverso dagli altri ragazzi: silenzioso, indifferente alla vita del campeggio, non ha paura di niente, sa farsi rispettare e ascolta musica rock. Anzi, ha la fama di essere un tipo pericoloso, il terrore di tutti i campi estivi. Sarà soprattutto confrontandosi con loro due che Ethan saprà qualcosa in più degli altri e di se stesso, imparerà a fare i conti con emozioni più grandi di lui, a non fidarsi delle apparenze, a mettersi in gioco ed aprirsi a poco a poco.

80 miglia - Antonio Ferrara

Scritto con stile semplice il romanzo riesce a far rivivere l'atmosfera mitica e coraggiosa, ma anche crudele, della “frontiera” americana.
Il protagonista é Billy, un ragazzino di 13 anni affascinato dai lavori della ferrovia transcontinentale che la Union Pacific sta costruendo per unire la costa est con la costa ovest degli Stati Uniti. Ed é ugualmente affascinato dai racconti di Joe che nel saloon suscita l'attenzione di tutti con le sue storie: a 80 miglia a ovest i campi sono verdi, l'acqua scorre abbondante, e la terra é così fertile che un seme piantato oggi domani già darà frutto.
Billy guarda la locomotiva ferma sui binari: é bella, alta e possente come una regina, è come se li chiamasse, sa che un giorno sarà lui a montare quel grande cavallo di ferro e a lanciarlo nella prateria. Per realizzare questo sogno scappa dalla sua casa e va alla scoperta del mondo attorno; ci saranno nuovi amici, una ragazza, territori sconosciuti e altri modi di intendere la natura e la vita, vede Buffalo Bill all'opera, ma anche montagne di crani e di pelli di bufalo. Si renderà conto che per ogni sogno c'é un prezzo da pagare.
“...C'era un bel po' di tende di pellirossa, dietro la collina, una dozzina, a occhio e c'erano i bambini che giocavano, i cani che dormivano, le donne che facevano da mangiare e gli uomini che spaccavano la legna. E a guardarli così, a casa loro, con le ombre lunghe che il sole li faceva, anche se erano indiani selvaggi, mi sembravano gente come noi, proprio come noi..”

Lezioni di volo per principianti - Beth Hoffman

Lezioni di volo per principianti
di Beth Hoffman
PIEMME BESTELLER

“...I libri divennero presto la mia vita o, forse, sarebbe più giusto dire chi i libri divennero un ottimo modo per sfuggire alla mia vita....”

Questa è la storia di Cee Cee, una ragazzina che si trova a vivere un'infanzia davvero terribile con una madre squilibrata di cui è costretta a prendersi cura ed un padre assente, in una piccola cittadina dell'Ohio. La cosa che Cee Cee più desidera è essere come le altre compagne ed avere un'amica, ma le stranezze della madre la portano ad isolarsi. Il suo rifugio e la sua salvezza diventano i libri che scopre grazie alla Sig. Odell, la vicina ottantenne con la quale può aprire il suo cuore.
Quando la madre muore in un incidente, il padre l'affida ad una eccentrica prozia spuntata dal nulla, venuta apposta da lontano per prendersi cura di lei. Cee Cee mette un paio di libri in una vecchia valigia e si mette in viaggio con zia Tootie per Savannah, un paesino del profondo Sud: qui vivrà la sua nuova vita in una splendida villa circondata dall'affetto della zia e di Oletta, la cuoca di colore. L'amore, la saggezza delle due donne, l'esperienzie per lei inimmaginabili che vivrà l'aiuteranno a superare il dolore, nascosto agli altri, per la perdita della mamma e ad acquistare fiducia in se stessa. Dopo una festa memorabile, nella quale è ospite anche Mrs. Odell, Cee Cee, che scoprirà di essere diventata popolare, è davvero pronta a spiccare il volo...

E' un romanzo che non lascia indifferenti, ha una trama ben congegnata che alterna momenti di profonda commozione ad altri di comicità irresistibile. L'autrice scava dentro i sentimenti dei vari personaggi affrontando con semplicità temi delicati, senza condizionare il giudizio dei lettori, chi leggerà questo libro è così libero di riflettere in piena autonomia.

Se ti è piaciuto questo libro leggi anche:
“Il mercante di luce” di Roberto Vecchioni

Rossella Raspanti Biblioteca San Giorgio Pistoia

R: Bambini di farina - Anne Fine

..."Certe cose non si capiscono subito. Lui riusciva perfino a ricordare il giorno in cui, non troppo tempo prima, si era rso conto di essere una persona"...

La storia si svolge nella IV C di una scuola inglese, nella classe che in italia corrisponde alla prima superiore. In quella scuola, così come in tutte quelle dell'Inghilterra, esiste la classe dei cosiddetti "irrecuperabili" sia sotto il profilo del rendimento che della condotta.
In occasione della settimana della scienza organizzata dal dott. Felthan, alla IV C è affidato un compito di "puericoltura" assai strano: dovranno prendersi cura di un sacco di farina dal peso di tre kg (che corrisponde al peso di un bambino appena nato), tutto ciò che succederà al "bambino" sarà responsabilità del genitore adottivo. Simon Martin, la voce narrante, prende sul serio il suo compito di padre adottivo, alla luce di questa responsabilità rivede con un'ottica diversa la sua vita...

Leggilo perché...
è davvero esilarante: chi lo legge si ritroverà di sicuro a ridere, ma è anche molto profondo: fa riflettere su come il dovere prendresi cura di qualcuno aiuta a credere in se stessi.
È adatto a tutti, anche a genitori e insegnanti.

Leggi anche...
"Io speriamo che me la cavo" a cura di Marcello D'Orta

Rossella

Per sempre insieme, amen - Guus Kuijer

..."Mia mamma dice che una volta poteva capitare di avere un padre normale. Uno che tornava a casa, guardava la televisione e beveva una birra. Padri del genere credo che non esistano più."...

Polleke ha undici anni, è fidanzata con Mimun, un suo compagno di classe di origine marocchin. Un bisticcio fra loro innesca una reazione a catena a scuola e in famiglia; Polleke, il cui sogno è fare il poeta di professione, è l'unica che riesce a sbrogliare le tensioni esistenziali sorte fra lei e gli adulti a lei vicini. La storia tocca temi di grande attualità, come la famiglia frammentata, la multiculturalità, la droga, l'amore, e li presenta dalla prospettiva lucidisima e insieme innocentendi una ragazzina.

Leggilo perchè...
la protagonista è di una simpatia unica, che conquista con le sue poesie, le sue buffe "preghiere", le sue riflessioni sul mondo degli adulti.

Puoi leggere anche...
"Pippi calzelunghe", un altro classico della letteratura per ragazzi.

Rossella

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate