Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

La scuola per supereroi - Thierry Robberecht, Philippe Goossens

Super Erik frequenta la scuola per supereroi, ma non è bravo come i suoi compagni: si impegna ma non riesce a volare bene, a sollevare automobili, a diventare invisibile... e se questa non fosse la scuola giusta per lui? Un giorno però arriva un terribile mostro, e per sconfiggerlo non serviranno i super poteri: forse basterà un po' di astuzia, dote che a Super Erik certo non manca!

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

Il coccodrillo che non amava l'acqua - Gemma Merino

Un piccolo coccodrillo, a differenza dei suoi fratellini, non riesce ad imparare a nuotare: l'acqua è così bagnata e fredda! A nulla servono salvagenti e tuffi improvvisi, l'acqua non fa proprio per lui. Finché all'improvviso al piccolo coccodrillo non scappa uno starnuto, che gli rivela quale sia la sua vera natura...
Il libro nel 2011 ha vinto il premio Macmillan per le illustrazioni.

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

Camillo è il più forte di tutti - Ole Konnecke

Camillo cammina, ed ecco che incontra Luca: chi sarà il più forte? Camillo dice di poter sollevare un masso, ma Luca ribatte con un masso ancora più grande! Una catasta di legna, un pianoforte, un enorme martello, una cassaforte, tigri, leoni e draghi a quattro teste non bastano per decretare il vincitore di questa sfida...basterà invece un piccolo cagnolino.

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

Olivia e il grande segreto - Tor Freeman

Un giorno Tina confida a Olivia, la sua migliore amica, un segreto veramente segretissimo. Olivia prova a tenerlo per sé, ma ad un certo punto scoppia: deve raccontarlo almeno a Gino! Gino però lo spiffera subito a Teo, che a sua volta non è molto bravo a tenere i segreti... e così di personaggio in personaggio il segreto torna al punto di partenza: proprio a Tina! Ma che segreto sarà?

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

L' eco - Alessandro Riccioni

L'eco vive tra le montagne, e riceve visite solo la domenica mattina: un papà porta il suo bambino a trovarlo, per chiedergli ciò che vuole. Mentre il babbo ha un sacco di cose da far ripetere ed esaudire all'eco, il bambino è un po' timido... ma l'eco sa capire anche i desideri pensati, e li realizza tutti!

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

La luna e il bambino - Jimmy Liao

Una notte la luna scompare dal cielo: per tutto il mondo è il caos, niente funziona più. Intanto, un bambino la trova per caso: la piccola luna è caduta dal cielo. I due diventano amici inseparabili, fino all'inevitabile epilogo: la luna, ormai cresciuta, deve tornare in cielo, per illuminare le notti di tutti.
Le delicate illustrazioni di Jimmy Liao accompagnano questa storia piena di poesia e dolcezza.

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

Una splendida notte stellata - Jimmy Liao

Una fiaba moderna in cui la protagonista, dopo la morte del nonno, si rifugia nell'immaginazione e nella solitudine. Un giorno però conosce un ragazzo solitario come lei, e insieme impareranno ad amare e apprezzare la natura, ma soprattutto a ritrovare il gusto di stare in compagnia, anche se presto le loro strade si dovranno dividere di nuovo.
Un racconto sulla crescita e sull'amicizia corredato dalle belle illustrazioni dell'autore, che fanno letteralmente tuffare il lettore nell'immaginazione dei due protagonisti.

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

Le Metamorfosi - Roberto Mussapi

“Orfeo mi narrò la storia del mondo, da quando era nato, dal nulla”.

Qual è la vera storia di Narciso? E com'è che Piramo si è innamorato di Tisbe? Com'è finita la gara di corsa tra Ippomene e Atalanta? Le “Metamorfosi” del poeta latino Ovidio, raccontate dallo scrittore Roberto Mussapi rispondono a tutte queste domande su miti ed eroi immortali.

Perché leggerlo: gli episodi più importanti e affascinanti delle “Metamorfosi” sono raccontati in modo piacevole attraverso la prosa di Mussapi e le belle illustrazioni di Mimmo Paladino, e continuano a coinvolgere il lettore come fanno ormai da secoli.

Se ti è piaciuto allora leggi anche Ai piedi dell'Olimpo: miti greci, Saviour Pirrotta, Einaudi, 2005.

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

Il capitano del mio mare - Roberto Mussapi

“Ci sono almeno due mari nel mare: / il primo è il mare da guardare / e l'altro è il mare da nuotare: / è il mio segreto, ve lo voglio svelare”.

Roberto tutti gli anni va al mare con la sua famiglia, ma ogni anno il viaggio è diverso: cambia la strada, con le sue gallerie che non riesce a contare, cambiano i fratellini, che nascono e crescono, ma soprattutto cambia lui, che cresce e si rapporta in modo sempre nuovo con il babbo, il 'capitano del suo mare'.

Perché leggerlo: il testo, in versi, scorre leggero e limpido come l'acqua del mare, protagonista onnipresente nel libro.

Se ti è piaciuto allora leggi anche: L'incoronazione degli uccelli nel giardino, Roberto Mussapi, Salani, 2010.

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

L'incoronazione degli uccelli nel giardino - Roberto Mussapi

“Quell'usignolo conobbe il dolore / che da quell'alba gli cambiò la voce: / Burbage ebbe da lui l'insegnamento / che il verso nasce da un dolore atroce, / e Amore è l'unico comandamento”.

Un poema in versi e prosa che ci racconta un evento fantastico: l'incoronazione del re degli uccelli, che avviene ogni cento anni e che questa volta ha luogo a Milano, nel giardino della casa dell'autore. Gli uccelli che sfilano nel corso della storia sono comici, drammatici, sentimentali, e si fanno emblemi dell'immaginario collettivo umano.

Perché leggerlo: Mussapi, con la sua scrittura lieve e alata come gli uccelli di cui narra, ci trasporta in un mondo fiabesco ma allo stesso tempo estremamente familiare, denso di echi dell'immaginazione.

Se ti è piaciuto, allora leggi anche Le metamorfosi, Roberto Mussapi, Salani, 2012

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

Una sottile linea rosa - Annalisa Strada

“Si dice che nell'occhio del ciclone la calma sia assoluta e il tempo fermo. Io mi sento come se fossi lì dentro. Il mondo mi si sgretola attorno e i miei pensieri procedono al rallentatore: 'Sono incinta?'.
Allegra ha gli occhi umidi: 'Secondo il foglietto illustrativo, lo sei al novantanove per cento'.
Chissà perché a me non viene voglia di piangere. Mi sento fredda come se avessi dimenticato il corpo in frigorifero.”

Perla è una ragazza come tante, ma con un problema tutto suo: è incinta e non sa cosa fare del “bitorzolo” che ha nella pancia. Oltretutto è incinta di Cesare, il ragazzo più bello e ambito della scuola, con cui ha avuto un brevissimo momento di passione destinato a rimanere isolato. Che fare? Allegra, la sua migliore amica, è piena di buona volontà ma non può aiutare Perla a prendere una decisione. Rimangono i genitori, che però non sono esattamente le prime persone a cui confessare cos'è successo...

Perché leggerlo: Perla ci cattura immediatamente, con la sua indecisione e con i suoi dubbi, e anche noi diventiamo partecipi delle sue vicissitudini e delle sue scelte riguardo al futuro. Nonostante la leggerezza della scrittura, l'argomento, difficile, non viene mai liquidato con superficialità.

Se ti è piaciuto, allora leggi anche Il mio domani arriva di corsa, Giuliana Facchini, Edizioni EL, 2012.

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

Quantic love - Sonia Fernández-Vidal

“Gravitation is not responsible for people falling in love” A. Einstein

Laila è una ragazza di Siviglia appena diciannovenne; finito il liceo decide di passare l'estate al CERN di Ginevra a lavorare come cameriera. Arrivata là, il suo carattere timido e riservato sarà subito messo alla prova da Angie, bellissima compagna di stanza tanto geniale in fisica quanto spregiudicata con i ragazzi. Tra un turno al ristorante e una visita all'acceleratore di particelle, Laila conosce rapidamente i ragazzi che studiano o lavorano al CERN e, nonostante cerchi di prendere tempo, indecisa tra i corteggiatori (lo sfacciato giornalista Alessio e il misterioso scienziato Brian), in fretta gli eventi precipitano verso un finale inatteso, che coinvolge l'industria bellica e forse anche la CIA.

Perché leggerlo: il romanzo mescola elementi di narrazione sentimentale alla divulgazione scientifica, rendendolo appetibile sia a chi ama la tematica amorosa sia a un lettore meno 'sdolcinato'.

Se ti è piaciuto, allora leggi anche Dire fare baciare, Claudia De Lillo, Feltrinelli, 2014

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

Dire fare baciare - Claudia De Lillo alias Elasti

“Perché a volte gli adulti, anche quelli più insospettabili, possono tenderti una mano. E tornare utili.”

Attraverso un alternarsi di esperienze altrui e ricordi personali, “Elasti” (così è conosciuta dalle lettrici di Repubblica e del blog Nonsolomamma) parla con leggerezza ma senza superficialità dei temi più a cuore a ragazzine e donne: il rapporto con il corpo, la scuola, il lavoro, il sesso, la madre, la politica, etc.

Perché leggerlo: scritto molto bene (ma io sono di parte, essendo da anni un'appassionata lettrice della rubrica di Elasti e del suo blog), questo è dichiaratamente “un libro per femmine”; adatto non solo alle ragazze ma forse anche alle loro mamme.

Se ti è piaciuto allora leggi anche Quantic love, Sonia Fernández-Vidal, Feltrinelli, 2013

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

Viaggio di maturità - Deborah Gambetta

“Vanno avanti per un pezzo. Fanno sempre così, Becco e Lele. E mentre li osservo in silenzio mi chiedo come facciano ad essere amici, loro due. Mi chiedo come facciamo, noi tre, ad essere amici.
Ma non lo eravamo prima di quel viaggio. Lo capimmo dopo, alla fine, che prima veri amici non lo eravamo mai stati realmente.”

Ale è stato lasciato dalla ragazza proprio prima degli esami di maturità. L'unica soluzione è andare a rincorrerla fino in Puglia, accompagnato dai compagni di classe Becco e Lele, uno sempre con i libri in mano e l'altro dedito solo a spendere i soldi che suo padre gli regala. Infatti non fanno altro che battibeccare e forse hanno un motivo tutto loro per partecipare a questo viaggio improvvisato... Un viaggio che darà loro la misura di se stessi e della loro amicizia.

Perché leggerlo: è la storia di un'Amicizia con la A maiuscola, di quella che si trova solo tra i banchi di scuola, e di un viaggio meraviglioso attraverso l'Italia che diventa anche viaggio all'interno di sé, alla ricerca del coraggio di condividere con gli altri ciò che proviamo.

Se ti è piaciuto allora leggi anche Jack Frusciante è uscito dal gruppo, Enrico Brizzi, Baldini&Castoldi, 1996.

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

Per questo mi chiamo Giovanni - Luigi Garlando[

“Questo albero, che è l'albero della speranza e della voglia di combattere, piantato nel cuore di Palermo, visibile fino in Australia, è il simbolo del suo trionfo: è la Coppa dei Campioni di Giovanni... Non possono abbatterlo neppure con mille tonnellate di tritolo. Perché la speranza, una volta accesa, non si spegne più.”

Giovanni è un bambino di Palermo: il giorno del suo compleanno il padre lo porta in gita attraverso la città per raccontargli la storia di un uomo eccezionale, che si chiama come lui e che ha combattuto tutta la vita per sconfiggere la mafia. Così Giovanni scopre che la mafia non è qualcosa di astratto, ma un vero e proprio mostro che si può nascondere anche nella vita di tutti i giorni, e che non si è mai troppo piccoli per opporsi alle prepotenze.

Perché leggerlo: il libro inizia sottotono, ma via via si anima di passione e coinvolgimento per la storia di Giovanni Falcone, fino al noto epilogo triste, ma che contiene nel racconto una nota di speranza che non può fare a meno di emozionare anche il lettore.

Se ti è piaciuto allora leggi anche Camilla che odiava la politica, Luigi Garlando, Rizzoli, 2008.

Donata Cei, biblioteca San Giorgio

Vedi tutti

Ultimi post inseriti nel Forum

Nessun post ancora inserito nel Forum

I miei scaffali

Le mie ricerche salvate

Non vi sono ricerche pubbliche salvate