L'estate e tutto il resto
0 1 0
Libri Moderni

Squilloni, Arianna

L'estate e tutto il resto

Abstract: L'infanzia di Arianna, divisa fra le lunghe vacanze estive nei tradizionali luoghi di villeggiatura della famiglia e il resto dell'anno a Milano. Età: da 12 anni


Titolo e contributi: L'estate e tutto il resto / Arianna Squilloni

Pubblicazione: Milano : Topipittori, 2016

Descrizione fisica: 122 p. ; 19 cm

ISBN: 978-88-98523-46-7

Data:2016

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Autore)

Soggetti:

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2016
  • Target: ragazzi, età 11-15

Sono presenti 8 copie, di cui 1 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Pistoia - San Giorgio RAG H NA 1 SQUIa E BSG-262126 Su scaffale Disponibile
Serravalle Pistoiese R 853.9 SQU SER-17282 Su scaffale Disponibile
Buggiano R 808.83XXI SQU BB-47824 Su scaffale Disponibile
Quarrata Junior NR SQU QUAR-49099 Su scaffale Disponibile
Lamporecchio LAMP-11515 Su scaffale Disponibile
Montecatini Terme R 853.9 SQU MOTE-90606 Su scaffale Disponibile
Monsummano Terme R 808.899 SQU MS-42147 In prestito 10/08/2019
San Marcello Pistoiese R 853 SQU BM-23682 Su scaffale Disponibile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

“I giorni in cui l'ansia diveniva troppo intensa mi appiccicavo alla nonna Luigina, al suo passo di pantofole silenziose che metteva anche quando andava nei campi e sostituiva solo con stivali di gomma per innaffiare l'orto. Tutto in lei attutiva il rumore: lavorava in sordina, impastava la pasta fresca o la torta pasqualina e, mentre facevo finta di aiutarla, mi lasciavo contagiare dalla sua fiducia nel tempo che passa.”

Arianna adesso è una donna adulta che lavora per una casa editrice. Anche lei, come tutti, è stata bambina e ha una grande passione per le storie, così in questo libro narra i ricordi della propria infanzia e della propria adolescenza, con gli occhi di chi ormai è grande e quasi rimpiange quel tempo passato. Da bambina, Arianna amava starsene in disparte e osservare i suoi familiari sempre di corsa, presi da tanti impegni mentre per lei il tempo era scandito da due punti fermi, la scuola e le vacanze estive. L'estate era il periodo dei sabati trascorsi a casa con il babbo a far niente, delle settimane in colonia o al mare con gli zii. Come scordarsi di quella volta che il babbo la lasciò sola in casa e lei allagò il bagno? E delle pattinate sul pavimento della terrazza interamente coperto di acqua saponata? E dei giochi interminabili insieme a Sara, la migliore amica? E del primo campo estivo da adolescente, quello in cui il suo gruppo per poco non si perse nel bosco? E della prima cotta per un ragazzo più grande?

Perché leggerlo: perché racconta i ricordi dell'infanzia e dell'adolescenza, aneddoti e fatti strani con una leggerezza che ti fa sorridere
Se ti è piaciuto allora... leggi anche “Capriole” di Marina Girardi e “Quasi signorina” di Cristina Portolano

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.