Voglio una vita a forma di me
0 1 0
Libri Moderni

Murphy, Julie <1985- > - Murphy, Julie <1985- >

Voglio una vita a forma di me

Titolo e contributi: Voglio una vita a forma di me / Julie Murphy ; traduzione di Simona Mambrini

Pubblicazione: Milano : Mondadori, 2016

Descrizione fisica: 342 p. ; 23 cm

ISBN: 9788804664956

Data:2016

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Traduttore) (Autore)

Soggetti:

Classi: 813.6 (0)

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2016
Testi (105)
  • Contenuti: letteratura per ragazzi

Sono presenti 9 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Pistoia - San Giorgio RAG H NA 3 MURPj-V BSG-261310 Su scaffale Disponibile
Serravalle Pistoiese R 813.6 MUR SER-17275 Su scaffale Disponibile
Buggiano PR U 813.6 MUR BB-47571 Su scaffale Disponibile
Quarrata Teens 813.6 MUR QUAR-49081 Su scaffale Disponibile
Lamporecchio R NGA MUR LAMP-11500 Su scaffale Disponibile
Montecatini Terme R 813.6 MUR MOTE-90538 Su scaffale Disponibile
Larciano Sez. rossa MUR LA-14750 Su scaffale Disponibile
Monsummano Terme R 808.899 EiR 17 MUR MS-42061 Su scaffale Disponibile
Montale GL 813.6 MUR MNTA-33236 Su scaffale Disponibile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

“ Il mio corpo è la causa di tutti i mali. Ecco che cosa pensa. È una prigione in cui è rinchiusa una versione migliore, più magra, di me stessa. Ma si sbaglia”

Willowdean è una ragazza texana molto in carne, che combatte quotidianamente i giudizi che la gente le affibbia a causa della sua mole. Nessuno è mai riuscito a distruggere la sua autostima. Nonostante le continue prese in giro, è andata avanti a testa alta, incurante di ciò che gli altri potevano pensare. Tutto questo dura finché non si innamora. Inizia da quel momento a crearsi mille problemi e paranoie a causa del suo peso, domandandosi continuamente come qualcuno possa realmente amarla nonostante i rotoli di ciccia sulla schiena. Rendendosi conto della situazione che il suo corpo la porta ad affrontare, decide di mettersi in gioco partecipando assieme ad alcune amiche, anch’esse con caratteristiche ritenute negative dall’opinione pubblica, al concorso di bellezza più importante della sua città, dimostrando che non c’è ragione per la quale una ragazza debba vergognarsi perché non rispecchia i canoni e i modelli imposti dalla società.

Questo libro presenta un messaggio molto importante: imparare ad accettarci nonostante i difetti, imparare a volersi bene, far rispettare la nostra persona e non abbattersi nonostante gli altri provino a farti sentire inferiore. Tutti hanno difetti, anche coloro che criticano la “diversità”.

Recensione a cura di Giulia Papini, Biblioteca Don Siro Butelli di Lamporecchio

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.