La bicicletta verde
0 2 0
Libri Moderni

al-Mansour, Haifaa

La bicicletta verde

Titolo e contributi: La bicicletta verde : su due ruote verso la libertà / Haifaa Al-Mansour ; traduzione di Tiziana Lo Porto

Pubblicazione: Milano : Mondadori, 2016

Descrizione fisica: 347 p. ; 22 cm.

ISBN: 9788804662808

Data:2016

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi: (Traduttore)

Classi: 892.737

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2016
Testi (105)
  • Contenuti: letteratura per ragazzi

Sono presenti 12 copie, di cui 2 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Pistoia - San Giorgio RAG H NA 5 ALMAh-B BSG-261308 Su scaffale Disponibile
Agliana R 892.7 ALM AG-37480 Su scaffale Disponibile
Serravalle Pistoiese R 892.7 ALM SER-17278 Su scaffale Disponibile
Chiesina Uzzanese NR 890 ALM CHIE-18313 In prestito 09/06/2020
Buggiano R 808.83XXI MAN BB-47733 Su scaffale Disponibile
Quarrata Junior NR MAN QUAR-48704 In prestito 13/07/2020
Lamporecchio R NR ALM LAMP-11499 Su scaffale Disponibile
Montecatini Terme R 892.7 MAN MOTE-90442 Su scaffale Disponibile
Monsummano Terme R 808.899 ALM MS-40531 Su scaffale Disponibile
Montale GL 892.7 ALM MNTA-33214 Su scaffale Disponibile
San Marcello Pistoiese R 892.7 ALM BM-23726 Su scaffale Disponibile
Massa e Cozzile - Scuola B. Pasquini 892 ALM MACO-10 Su scaffale Prestito locale
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Wadida è una ragazzina che vive a Riyad, in Arabia Saudita. Frequenta una scuola per sole ragazze e durante le lezioni si annoia tremendamente. Ha un amico, Abdullah, che possiede una cosa che lei gli invidia: una bicicletta con la quale correre per le strade, libero di andare ovunque voglia.
Quando la ragazzina vedrà in un negozio una bicicletta da donna verde fiammante, avrà chiaro quello che dovrà fare: raccogliere il denaro necessario per comprarla, non importa se alle donne è rigorosamente vietato andare in bici! A scuola organizzano una gara di recitazione del Corano, con un premio in denaro per la vincitrice. Wadida ce la metterà tutta per vincere la competizione.
E nel frattempo, imparerà ad andare in bici di nascosto.

“Rimase fuori faccia a faccia con il manubrio della bicicletta, per assaporare completamente la sua magnifica presenza. La bici iniziava a sembrarle una persona, qualcosa di più vivo di raggi, ruote e cromatura. Era un'amica, una compagna d'avventura. Le avrebbe permesso di andare in tutti i posti che sognava.”
In Arabia Saudita, in un polveroso villaggio nel cuore del deserto, vive Wadjda.
Wadjda è una bambina che frequenta la scuola per ragazze, vive con la mamma ed ha una grande passione per la musica. Le tradizioni della sua cultura però le impediscono di fare ciò che più desidera: essere sé stessa senza troppe condizioni. Wadjda non segue le regole, né a scuola né nella vita di tutti i giorni, cercando sempre un modo per infrangerle senza essere scoperta. La sua situazione familiare è delicata: il padre sempre più assente e una madre amorevole, ma provata dalle molte difficoltà che una donna in Arabia Saudita affronta quotidianamente. Wadjda però continua a coltivare i suoi sogni e il suo più grande desiderio le si rivela in un giorno qualsiasi: quella bicicletta verde, esposta nel negozio di giocattoli, dev'essere sua! Neanche il fatto che andare in bici sia proibito alle ragazze, le impedisce di volerla con tutto il suo cuore. Tuttavia la bicicletta è molto costosa e Wadjda si impegna nella vendita di braccialetti e cassette musicali, un’attività proibita. Quando viene scoperta le viene impedito di continuare, togliendole l'unica fonte di denaro che avrebbe potuto aiutarla nell'acquisto. Con la sua intraprendenza e perseveranza cercherà in ogni modo di trovare un espediente alternativo per riuscire nella sua impresa, aiutata dal suo grande amico Abdullah e dalla fortissima convinzione che il suo sogno possa avverarsi.
La storia di Wadjda è la sensibile rappresentazione dei sogni di una bambina, che sfida ogni avversità, emancipandosi da una situazione che le tarpa le ali. La sua difficile realtà quotidiana è descritta in modo delicato attraverso le sue avventure, creando una storia deliziosa, divertente e coinvolgente sull’affermazione della propria libertà personale.
Se ti è piaciuto leggi anche: “Suonare il rock a Teheran” di Vanna Vannuccini, Benedetta Gentile.

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.