Muoio dalla voglia di conoscerti
0 1 0
Libri Moderni

CHAMBERS, Aidan

Muoio dalla voglia di conoscerti

Abstract: Che cos'hanno in comune un vecchio e un ragazzo sconosciuti l'uno all'altro? Quando il vecchio in questione, uno scrittore, voce narrante di questo romanzo, incontra per la prima volta il goffo e guardingo Karl proprio non ne ha idea. Lo scoprirà vivendo la nascita di un'amicizia a sorpresa, fatta di scambi e di silenzi, di somiglianze e differenze. Karl ha bisogno dello scrittore perché gli scriva una lettera destinata alla ragazza del suo cuore, Fiorella, grande lettrice e grafomane che esige da lui parole messe su carta. Lo scrittore ancora non lo sa, ma ha bisogno di Karl per uscire da un isolamento che rischia di ucciderlo.


Titolo e contributi: Muoio dalla voglia di conoscerti / Aidan Chambers ; traduzione di Beatrice Masini

Pubblicazione: [Milano] : Rizzoli, 2012

Descrizione fisica: 285 p. ; 21 cm.

ISBN: 9788817057318

Data:2012

Lingua: Italiano (lingua del testo, colonna sonora, ecc.)

Paese: Italia

Nomi:

Dati generali (100)
  • Tipo di data: monografia edita in un solo anno
  • Data di pubblicazione: 2012

Sono presenti 4 copie, di cui 0 in prestito.

Biblioteca Collocazione Inventario Stato Prestabilità Rientra
Pistoia - San Giorgio RAG H NA 5 CHAMa M BSG-237001 Su scaffale Disponibile
Serravalle Pistoiese R 823.9CHA SER-15563 Su scaffale Disponibile
Buggiano
  • Nota di possesso e di provenienza: Leggere srl
AD 808.83ADO CHA
BB-38646 Su scaffale Disponibile
Montale
  • Nota di possesso e di provenienza: Leggere
GL 823.9 CHA
MNTA-27319 Su scaffale Disponibile
Vedi tutti

Ultime recensioni inserite

Un anziano scrittore, un ragazzo dislessico, una giovane inquieta: un triangolo di relazioni che non manca di riservare colpi di scena.
Fiorella ha chiesto al fidanzato Karl di rispondere per scritto ad alcune domande personali, decisa a conquistare il segreto che il giovane sembra custodire dentro di sé. Sarà così l'autore da lei amato a diventare complice di Karl, in un percorso che, dalle difficoltà di scrittura, finisce per affrontare i problemi più importanti della crescita e della maturazione di ognuno.

Mi è piaciuto perché: è un romanzo che parla dell'amicizia insospettabile tra un ragazzo che non ama leggere e uno scrittore che ha perso la sua vena creativa, di un amore che svela i suoi inganni e i suoi preconcetti, della possibilità di esprimere se stessi anche senza parole.

Se ti è piaciuto leggi anche: Roberto Vecchioni, Le parole non le portano le cicogne, Einaudi, 2000

Alice, Biblioteca San Giorgio

Condividi il titolo
Codice da incorporare

Copia e incolla sul tuo sito il codice HTML qui sotto.