Ricci, topi e passerotti: Antonio Gramsci e i suoi bambini