Marco Mungai studiava Economia e commercio all'Università di Firenze, dopo essersi diplomato al Liceo Scientifico Amedeo di Savoia di Pistoia. Era un assiduo frequentatore della Biblioteca San Giorgio. Nella notte tra sabato 10 maggio e domenica 11 maggio del 2014 Marco è morto in un terribile incidente stradale in Viale Adua a Pistoia all'età di 22 anni. In sua memoria, i familiari e gli amici hanno deciso di raccogliere i libri degli autori che Marco amava e studiava e di donarli alla Biblioteca San Giorgio, dove sono disseminati tra le diverse sezioni, come la sua curiosità amava divagare tra diversi argomenti, ma sono riconoscibili dal timbro impresso sul frontespizio e riuniti in uno scaffale virtuale, che col tempo sarà ampliato, riconoscibile sul catalogo della Biblioteca come Fondo Marco Mungai. Coordinatore della raccolta del Fond il professor Francesco Gaiffi. In ricordo di Marco, è stato piantato un albero di ciliegio offerto dalla ditta Luigi Mati nel giardino della biblioteca.

 

Includi: nessuno dei seguenti filtri
× Nomi Bene, Carmelo
× Nomi Accame, Giano
× Nomi Coomaraswamy, Ananda K
Includi: tutti i seguenti filtri
× Data 2010

Trovati 7 documenti.

Life
0 0 0
Libri Moderni

Richards, Keith

Life / Keith Richards ; con James Fox ; traduzione di Martino Gozzi, Andrea Marti, Marina Petrillo

Milano : Feltrinelli, 2010

Domrémy
0 0 0
Libri Moderni

Brasillach, Robert

Domrémy / Robert Brasillach ; a cura di Mario M. Merlino e R. Sideri

Roma : Settimo Sigillo, 2010

Arditismo
0 0 0
Libri Moderni

Carli, Mario

Arditismo / Mario Carli

Milano : Ritter, c2010

Il sacro nel Novecento: prospettive interdisciplinari
0 0 0
Libri Moderni

Il sacro nel Novecento: prospettive interdisciplinari : atti del Seminario di studi (Torino, 26 giugno 2008) / a cura di Enrica Fabbri e Guido Mongini

Alessandria : Edizioni dell'Orso, 2010

Una lunga incomprensione
0 0 0
Libri Moderni

BALDONI, Adalberto - Borgna, Gianni

Una lunga incomprensione : Pasolini fra Destra e Sinistra / Adalberto Baldoni, Gianni Borgna ; prefazione di Giacomo Marramao

Firenze : Vallecchi, 2010

Abstract: Pier Paolo Pasolini è stato forse l'intellettuale del Novecento che più d'ogni altro ha diviso l'opinione pubblica. C'è chi lo ha amato e chi lo ha avversato senza riserve. La destra lo detestava per le sue idee e soprattutto per la sua dichiarata omosessualità. La sinistra, che pur lo annoverava tra le sue file, non accettava molte delle sue analisi anticipatrici e ancor meno la sua irriducibile autonomia di pensiero. E anche il mondo cattolico, di fronte alle sue opere, si divideva tra estimatori e detrattori. Baldoni e Borgna, che pur da posizioni molto diverse ne riconobbero subito la grandezza artistica e l'originalità, ricostruiscono per la prima volta in questo volume la lunga incomprensione che caratterizzò i rapporti tra Pasolini e la cultura politica italiana, ma anche l'attenzione con cui molti giovani di tutto il mondo si confrontarono e si confrontano ancora con le sue idee e con il suo lavoro. Un ritratto su due fronti, dal punto di vista intimo e politico, tracciato dagli autori procedendo di pari passo - l'uno da Destra e l'altro da Sinistra - e raccogliendo sui due percorsi le fondamentali testimonianze inedite dei personaggi più influenti della scena politica.

Anni della decisione
0 0 0
Libri Moderni

Spengler, Oswald

Anni della decisione / Oswald Spengler ; a cura di Beniamino Tartarini

Firenze : Clinamen, 2010

Abstract: Pubblicato nel 1933, quindici anni dopo Il tramonto dell'Occidente, Anni della decisione è lo scritto più disincantato e lucido di Oswald Spengler. Veemente contro i luoghi comuni della pubblica opinione, di quello che oggi potremmo chiamare il politicamente corretto, Anni della decisione sa cogliere, con una acutezza maggiore dello stesso Tramonto, i fenomeni della civiltà in declino, i suoi caratteri ed elementi essenziali: atomizzazione della vita, sradicamento del soggetto umano, culto della moda, dello sport e del tempo libero, dominio della fandonia mediatica, emergenza della partitocrazia e delle sue propaggini sindacali. Vi è uno scarto tra la verità e il potere, soprattutto laddove il potere dipinge se stesso come verità, travestendosi da pensiero critico, tanto a destra quanto a sinistra. Destra e Sinistra, ci dice Spengler, in realtà manifestano una identità di fondo: né più né meno che forme del potere stesso. Oggi, Anni della decisione può essere letto al di fuori delle maglie del suo impianto ideologico di più stretta appartenenza, del suo gergo. Non incarnando i contenuti immediati della nostra ideologia di moderni membri della società, il testo di Spengler ci permette di rapportarci ad un oltre essenziale rispetto alla presunta ovvietà di quel credo di matrice illuminista che sta al fondo del potere dominante e dei suoi travestimenti.

Bellezza e liturgia
0 0 0
Libri Moderni

Florenskij, Pavel Aleksandrovic

Bellezza e liturgia : scritti su cristianesimo e cultura / Pavel A. Florenskij ; a cura di Natalino Valentini ; traduzione di Claudia Zonghetti

Milano : Oscar Mondadori, 2010

Abstract: Il fragile vaso delle parole umane deve poter contenere il diamante infrangibile della divinità. Queste parole di padre Florenskij racchiudono il cuore del suo pensiero: la ricerca della divina presenza in ogni attività umana. Un dinamismo continuo tra terrestre e celeste, visibile e invisibile, istante ed eterno, che anima anche le pagine di questa raccolta di saggi, inediti in Italia, scritti tra il 1909 e il 1923, nei quali il Leonardo da Vinci russo esamina con eccezionale profondità di visione temi quali l'essenza originaria della Slavia ortodossa e la vita della Chiesa russa, la peculiarità del rito liturgico ortodosso e le sfide dirompenti del cristianesimo di fronte alla modernità, i nessi vitali tra culto e cultura, le opportunità dell'ecumenismo e del dialogo interreligioso. Con linguaggio sobrio, essenziale, Pavel Florenskij rende possibile al lettore la partecipazione interiore e la contemplazione di quella bellezza che egli così acutamente avverte nella spiritualità cristiana russa, senza tuttavia eludere la complessità della vita, la drammaticità dell'esistere, le ferite della storia.