Community » Forum » Recensioni

Continua a camminare
0 1 0
Clima, Gabriele <1967->

Continua a camminare

Milano : Feltrinelli, 2017

16 Visite, 1 Messaggi

"E parlerei ancora quando arriva il pullman che mi deve riportare a casa. Posso restare, nonno? Vorrei chiedergli, posso restare qui? Posso nascondermi da qualche parte, magari dentro il melograno, così metto radici come lui, che arrivano alla casa e l'abbracciano per quanto è larga e fonda, e sarà impossibile venire a sradicarmi e portarmi via?
E invece arriva il pullman, e devo salutare il nonno perché non ho radici come il meograno per restare."

Nella Siria devastata dalla guerra, due adolescenti, Salìm e Fatma, si mettono in viaggio.
Salìm si lascia coinvolgere nella realizzazione di un progetto del fratello Abèd tanto affascinante quanto rischioso: recuperare i libri sepolti sotto le macerie delle abitazioni bombardate e allestire una biblioteca, perché i libri possano fermare la guerra, al posto delle armi.
Fatma si trasferisce con i suoi a Raqqa, perché lì, le dicono, c'è un'ottima scuola di Corano. E Fatma cambia città senza fare domande, anzi è molto felice, perché il suo adorato fratello Khalid le rivela che là è custodito il regalo che lui le ha preparato per il compleanno.
Quando Abèd morirà sotto le bombe, Salìm e suo padre si incammineranno attraverso il deserto, decisi a raggiungere l'Europa. Con un libro in mano, il ragazzino troverà accoglienza in un campo profughi.
In quello stesso campo di accoglienza si trova Fatma, c'è arrivata dopo aver eseguito un ordine di suo fratello – continua a camminare – e aver attraversato il deserto con una cintura d'esplosivo nascosta sotto il vestito.
Fatma e Salìm si incontreranno e il ragazzo le proporrà di riprendere il cammino assieme a lui. Allora? Le chiederà, aspettando una risposta. Perché non si può smettere di camminare, qualunque sia la meta.

"Continua a camminare" di Gabriele Clima racconta la storia di chi si mette in viaggio per sfuggire alla guerra, o per eseguire un ordine e andare incontro a un destino che non comprende.
Andare, comunque sia, è un modo per aprirsi a nuove possibilità di vita e guardare al futuro da prospettive diverse.

  • «
  • 1
  • »

888 Messaggi in 817 Discussioni di 154 utenti

Attualmente online: Ci sono 5 utenti online