Community » Forum » Recensioni

Baciare fare dire
0 1 0
Pellai, Alberto

Baciare fare dire

Milano : Feltrinelli, 2015

Abstract: Il cromosoma Y impone regole precise alle quali si deve obbedire. Ma perché agli uomini non è permesso mai piangere, anche quando sono sopraffatti dal dolore? Perché un uomo non può mostrarsi sensibile ed emotivo? Perché agli uomini viene insegnato che non devono chiedere aiuto? Con lo stile del dialogo, l'autore parla agli adolescenti e propone un nuovo pensiero "declinato al maschile" ma lontano dagli stereotipi che impongono ai giovani maschi di conquistare la propria identità di genere, ispirandosi al mito del cow boy oppure a quello dell'uomo che, di fronte a una donna, ha come unico obiettivo quello di "farsela".

234 Visite, 1 Messaggi

“Io, lui, loro: uomini in un mondo di uomini. E di donne. Un mondo che ha le sue regole: alcune mio figlio le conosce, altre le ignora, e per i suoi amici fa lo stesso. Alcune regole lo renderanno un grande uomo. Altre, invece, rischiano di farlo diventare un uomo piccolo piccolo, e dunque vale la pena di parlarne.”
Alberto Pellai

Qual è il segreto che fa di un adolescente un uomo vero? Non ci sono segreti e nemmeno scorciatoie per diventare grandi in fretta e senza difficoltà. Come per le ragazze, anche per i ragazzi l’adolescenza è un’età complicata, un periodo in cui gli adulti si aspettano che i giovani si comportino in un certo modo, secondo stereotipi di genere ancora fortemente radicati. E così un ragazzo non sa fino a che punto può esprimere liberamente le proprie emozioni o sognare per sé un futuro diverso da quello pensato per lui dai genitori.
Chi l’ha detto che un ragazzo, un uomo, non possono emozionarsi e devono comportarsi da eroi, che non possono sognare di diventare ballerini di danza classica, che devono pensare alle ragazze e alle donne come a oggetti da possedere?

“Baciare fare dire” di Alberto Pellai è un libro per adolescenti, nel quale l’autore alterna il racconto della propria esperienza personale di padre di un adolescente alle testimonianze dei ragazzi intervistati, che hanno espresso il proprio pensiero sui temi legati al significato di “essere maschi”. Perché tra i ragazzi ci sono i bulli? Perché i videogiochi piacciono più ai ragazzi che alle ragazze? Ti piace il tuo aspetto fisico? Perché sempre più ragazzi sono attratti dalla pornografia?
Queste e altre domande sono lo spunto per riflettere sugli atteggiamenti degli adolescenti, attingendo ad esperienze di vita vissuta e a canzoni e film che trattano il rapporto padre-figlio.

  • «
  • 1
  • »

893 Messaggi in 821 Discussioni di 155 utenti

Attualmente online: Non c'è nessuno online.