Community » Forum » Recensioni

Come cerchi nell'acqua
3 1 0
McIlvanney, William

Come cerchi nell'acqua

Milano : Feltrinelli, 2013

  • Copie totali: 3
  • A prestito: 0
  • Prenotazioni: 0

Abstract: Eccentrico, taciturno, pensatore di paradossi, amante del whisky e delle belle donne, ma anche di T.S. Eliot e di Camus: è Jack Laidlaw, ispettore della polizia di Glasgow. Animato da un rigoroso ideale di giustizia che lo porta ad agire secondo un codice morale tutto suo, Laidlaw è un battitore libero: si muove nelle squallide periferie di Glasgow, intrattiene rapporti fin troppo stretti con i gangster locali e si sente a casa là dove nessun poliziotto osa mettere piede. Quando la diciottenne Jennifer Lawson viene assassinata, Laidlaw è senz'altro il più adatto a intervenire. Aiutato dal volonteroso ma acerbo Harkness, dovrà indagare tra pub fumosi e squallidi club, fare domande scomode, scavare negli angoli più bui della città, alla caccia di un uomo che sono in molti - anzi, decisamente in troppi - a cercare. Sulle sue tracce, infatti, ci sono anche il padre di Jennifer, deciso a farsi giustizia da sé, bande di vigilantes del quartiere e criminali disposti a tutto pur di proteggere i loro traffici. Uomini duri, persino più pericolosi e colpevoli del vero assassino. Primo di una trilogia pubblicata originariamente nel 1977, il giallo scozzese che ha ispirato un'intera generazione di scrittori, da Ian Rankin a Irvine Welsh.

18 Visite, 1 Messaggi
Lorenzo Sali
31 posts

Laidlaw è un detective non convenzionale, che segue più l'istinto della logica investigativa, talvolta un po' criptico, ma tendenzialmente leggo volentieri le sue avventure. Inoltre McIlvanney crea personaggi interessanti e in questo caso la storia non è male.

  • «
  • 1
  • »

702 Messaggi in 650 Discussioni di 134 utenti

Attualmente online: Ci sono 1 utenti online