Community » Forum » Recensioni

Ti darò il sole
0 2 0
Nelson, Jandy

Ti darò il sole

Milano : Rizzoli, 2016

  • Copie totali: 9
  • A prestito: 4
  • Prenotazioni: 0
60 Visite, 2 Messaggi

Inizizamo a conoscere i gemelli Jude e Noah quando hanno 13 anni, la loro storia e quella della loro famiglia si sviluppa alternanandone i punti di vista nei vari capitoli, ci conducono ad una scoperta sempre più profonda dei sentimenti che legano i personaggi, racchiusi fra passato e presente. Noah è la voce che iniza a narrare avvenimenti ed emozioni partendo dai loro 13 anni, a cui si alterna Jude, che inizia a racconatre dai 16 anni.
Noah all'età di tredici anni è un ragazzino timido e introverso, ma testardo e deciso, con una passione artistica che rappresenta tutto il suo universo; comprende pienamente le emozioni della sua identità sessuale, non è però ancora pronto a condividerla con il resto del mondo. Noah è come la luna, solitaria e scostante, misteriosa ed enigmatica, silenziosa ed affascinante...
Jude è una ragazzina tutta pepe, coraggiosa ed intrapendente, piena di inventiva, è in contatto, come la madre, con la nonna Sweetwine... peccato dhe sia morta! Jude è come il sole, pura essenza vitale al centro dell'attenzione, brillante ed accecante, coinvolgente e priva di filtri, semplicemente inarrestabile...
Quando, dopo appena tre anni, ascoltiamo la voce di Jude, sembra sia trascorsa una vita intera: Noah e Jude non si parlano, il loro rapporto sembra svanito improvvisamente. Scopriremo un po' alla volta incoffessabili tradimenti, invidie e gelosie, sensi di colpa e bugie pericolose. Sarà Guillermo, uno scultore a cui Jude si rivolge per fare una statua della madre, che inconsapevolmente riporta tutti gli attori sulla scena e riscrive il copione della loro storia, e si può tornare a vivere pienamente.

Lisa Masini
2 posts

Eravamo così anche nell'ecografia, ancora dentro la pancia della mamma, ed eravamo così anche nel disegno che Fry ha strappato ieri. A differenza della maggior parte degli esseri umani sulla Terra, noi eravamo insieme fin dalla nostra prima cellula, e siamo arrivati qui insieme. Ecco perchè praticamente nessuno nota che Jude parla per tutti e due, perchè sappiamo suonare il pianoforte solo a quattro mani e da soli non ci riusciamo, perchè non possiamo giocare a morra cinese, visto che in tredici anni mai una volta abbiamo scelto cose diverse. Sempre così: tutti e due sasso, tutti e due forbice, tutti e due carta.

Jude e Noah si ritrovano a vivere gli anni più complessi dell'adolescenza in conflitto tra loro, dopo aver condiviso tutto fin da quando erano una sola cellula...hanno perduto la loro "telepatia gemellare", la gioia di capirsi al volo e di condividere emozioni e stati d'animo, la bellezza di scambiarsi l'uni l'altro gli alberi, le stelle, gli oceani, perfino...il sole! Così Noah è solo nell'affrontare le prepotenze dei bulli, solo nel vivere i primi difficili approcci affettivi; altrettanto Jude, che però si sente sempre accompagnata dal fantasma prima della nonna, poi anche della mamma, persa prematuramente. Entrambi si devono misurare con la forza dirompente delle loro caopacità artistiche, con sentimenti di ostilità e rivalità, con i sensi di colpa legati alla triste esperienza della separazione dei genitori e della morte della madre. Sarà proprio cercando con tenacia e determinazione il modo di esprimere la loro arte, che incontreranno quelle persone che permetteranno loro di far luce su sé stessi e sulla loro complessa storia familiare, riportando il sole nella loro vita.

Perchè leggerlo:
Questo libro alterna i racconti dei due ragazzi, muovendosi su tempi cronologici diversi. Esplora l'universo della loro sfera affettiva, descrivendone in modo affascinante e coinvolgente le pulsioni, i desideri, il profondo bisogno d amare ed essere amati, nella ricerca della propria personalissima identità sessuale. Affronta il tema della sofferenza legata alla conflittualità e separazione dei genitori, all'impotenza e ai sensi di colpa con i quali i figli la subiscono. Un libro per chi ha già mosso i primi passi verso la consapevolezza di sé e delle proprie relazioni affettive, ed ha bisogno di una storia che aiuti a capire che ci si può perdere e ritrovare, che gli affetti più profondi possono essere sempre ricuciti.

Se ti è piaciuto allora...leggi anche questo:
Della stessa autrice, Jandy Nelson, segnalo il libro "The sky is everywhere", con protagonista una diciassettenne che si ritrova a doversi orientare tra le insistenti attenzioni di ben due ragazzi...

  • «
  • 1
  • »

710 Messaggi in 657 Discussioni di 136 utenti

Attualmente online: Ci sono 3 utenti online