Vedi tutti

Gli ultimi messaggi del Forum

R: Il metodo del dottor Fonseca - Andrea Vitali

Chi pensa di trovarsi di fronte il classico romanzo di Vitali, rimarrà senza dubbio sorpreso da questo nuovo lavoro dello scrittore. Abbandonata Bellano e la sue variegata umanità, il maresciallo Maccadò e i suoi sottoposti, Vitali ci porta in un luogo di pura fantasia, sperduto tra alte montagne sui confini di un non precisato Stato, dove nella cosiddetta "terra morta", colloca una clinica specializzata in interventi su casi disperati. Attorno a questa Vitali costruisce un vero e proprio noir, inquietante e macabro quel tanto che basta ad inchiodare il lettore alle pagine, sino alla conclusione della storia. Il protagonista, un investigatore inviato dal potente capo dell'agenzia governativa, si trova ben presto invischiato in una misteriosa vicenda dai connotati conturbanti, circondato da personaggi sfuggenti e da un paesaggio maestoso ma sinistro, e non sarà semplice venirne a capo.
Raccontato in prima persona, il giallo è originale sia per la totale assenza del periodo, che del nome del protagonista. La trama, seppur minimalista, racchiude tutti gli elementi necessari per creare il mistero.
Da leggere perché decisamente sorprendente.

Nessuno è troppo piccolo per fare la differenza - Greta Thunberg

Tempo di lettura 1 h e mezzo
Fra i no molti titoli messi a disposizione del pubblico in bibilioteca, questo mi ha incuriosito più di altri. Ormai tutti conoscono Greta Thunberg, la ragazzina che ha sfidato i potenti del mondo stimolandoli ad occuparsi più attivamente della salvaguardia del pianeta e del suo ecosistema. In questo libro sono raccolti alcuni suoi discorsi, dalla grande forza evocativa, strabilianti se pensiamo siano stati scritti da lei.
"Il vostro silenzio è la cosa peggiore di tutte. Il futuro di tutte le generazioni che verranno poggia sulle vostre spalle...Questo non è un discorso politico... Questo è un grido d'aiuto"
"Questa è la peggior crisi che il genere umano abbia mai affrontato. Non è qualcosa a cui mettere un "mi piace" su Facebook"
"Più aspettiamo, più sarà difficile cambiare le cose. Quindi, non aspettiamo oltre. Iniziamo ad agire. Per troppo tempo, le persone di potere se la sono cavata non facendo sostanzialmente nulla per fermare il disastro climatico ed ecologico. Se la sono cavata rubandoci il futuro e vendendolo per ricavare un profitto. Ma noi giovani ci stiamo svegliando. E non vi permetteremo più di cavarvela, questo ve lo garantiamo"
"Ma non è tardi per agire. Occorre una visione a lungo termine. Occorre coraggio... Ogni singola persona conta. Così come ogni singola emissione conta... Le nostre vite sono nelle vostre mani"

Il metodo del dottor Fonseca - Andrea Vitali

Ho letto con piacere "Il metodo del dottor Fonseca" di Andrea Vitali dopo la serie di oltre quindici romanzi (quelli da me letti). A differenza degli altri libri, caratterizzati da un tratto leggermente ironico, ho notato una venatura di tristezza che avevo rilevato nel primo romanzo letto "Dopo lunga e penosa malattia". Gradevolissima la lettura con una concatenazione tra i vari capitoli di ogni opera che invita a non fermarsi nella lettura dall'inizio alla fine. Grazie perché il dottor Vitali ci fa conoscere la sua Bellano anche senza esserci stati.

La villa degli amori sospesi - Lena Johannson

Un bel romanzo,accattivante intrigante.
Certo è che le abitudini dell'epoca stavano con grande sacrificio per essere infrante.
Troviamo sempre una donna che di dà da fare per interesse e anche per ribellione.
Esistono i valori concreti,la famiglia, l'amicizia, l'amore.
So arriva bene alla fine

Marie e Bronia - Natacha Henry

Ciò che c'è scritto nella descrizione del libro è chiaro. Non è solo la storia di una famiglia intellettualmente al di sopra della media ma soprattutto la rivalsa femminile,il valore unico dell'essere umano senza distinzioni di sesso.
Soprattutto insegna dei grandi valori, l'amore e il rispetto, l'educazione.
Non è solo una storia meravigliosa ma dovrebbe essere una grande bandiera per le donne e il loro coraggio.

Riccardino - Andrea Camilleri

Con tutta la mia ammirazione per Camilleri devo dire che questo romanzo era meglio se rimaneva nel cassetto dove l'autore lo aveva relegato. La pubblicazione postuma non giova né alla memoria dello scrittore né a quella del suo personaggio più famoso. Molto meglio il "Metodo Catalanotti" o "Il cuoco dell'Alcyon".

L'eredità della Villa delle Stoffe - Anne Jacobs

Allora siamo arrivati in fondo alla trilogia della Villa delle Stoffe.
Mi è piaciuto
Il periodo storico è interessante,la prima guerra mondiale e i personaggi sono molti e con decisamente molte sfaccettature.
Non ti affascina solo la storia della protagonista Marie ma anche di molto altri personaggi

Cinque donne e un arancino - Catena Fiorello Galeano

La protagonista Rosa, è quasi irreale. Una donna di principi saldo e idee innovative. Sensibile,senza pregiudizi in alcuni frammenti attaccata alle tradizioni.
Intelligente e con uno sguardo sincero al potenziale femminile,senza disdegnare la sensibilità maschile e l'amore.
Consiglio la lettura a tutte le età e senza restrizioni cioè è anche per gli uomini .
Dato che predominano i sentimenti più puri.

Un nome da torero - Luis Sepulveda

Tempo di lettura: 3 ore
"So che questa lettera ha molti alti e bassi, ma dovete capire che la memoria non sempre è infallibile, e che nessuna confessione è facile se è accompagnata dal peso del tradimento"
"Quando leggerete questa lettera sarò partito. Ho perso. Ho sempre perso. Non mi irrita né mi preoccupa. Perdere è una questione di metodo"
Luis Sepùlveda ci immerge in una storia che affonda le radici nella Seconda Guerra Mondiale, epoca in cui avviene il trafugamento di un tesoro nazista, spaziando dalla Germania Est post riunificazione fino alla Terra del Fuoco nel continente sudamericano.
Ma ci sono diverse persone interessate a quel tesoro, e non tutti hanno le stesse motivazioni ...
Un noir che passa anche attraverso la disillusione dei suoi protagonisti nei confronti dell'ideologia comunista e delle sue presunte certezze.

La quarta versione di Giuda - Dario Ferrari

Mi piace questo giallo toscano ambientato a Viareggio. Quel commissario scanzonato non è inquadrabile ma gradevole. Lo spirito che si può ricavare dalla lettura mi fa pensare alle prime pagine del libro di Curzio Malaparte "Maledetti toscani" (da m eletto una quarantina di anni fa) dove si diceva che se a Piazza Venezia, il 10 maggio 1940, ci fosse stato un toscano con il suo sorriso ironico e disarmante rivolto al Duce, non ci sarebbe stata la dichiarazione di guerra che tanto male ci ha portato.

Origin - Dan Brown

Tempo di lettura: 8 h e 1/2
Che libro, amici lettori! In una nuova avventura del professor Langdom, Dan Brown ci porta a riflettere su alcune delle domande che ci poniamo dalla notte dei tempi, e lo fa in modo decisamente non banale, attraverso l'eterno conflitto fra scienza e fede e le implicazioni che le nuove tecnologie ed i progressi della scienza comportano.
“Da dove veniamo? Dove andiamo? La creazione e il destino dell’uomo … I temi della creazione e del destino dell’uomo sono tradizionalmente dominio della religione. Io ho osato invaderlo, e alle religioni del mondo non piacerà quello che sto per annunciare”
"E, come ho detto ai miei colleghi, un devoto può sempre trarre giovamento dal confronto con un non credente. E' ascoltando la voce del diavolo che possiamo meglio apprezzare quella di Dio"
“La scienza è l’antitesi della fede … La scienza è il tentativo di trovare prove concrete di ciò che non si conosce o non è stato ancora definito, e di rigettare le superstizioni e le percezioni errate in favore di fatti palesi”

Dio in quarantena - Lorenzo Fazzini

Ho letto con piacere e curiosità questo libro. A volte, meditando sugli eventi che accadono in quest'epoca, penso anche io ad una interpretazione come quella fornita dal giornalista Lorenzo Fazzini. Ho meditato a lungo su quanto è scritto nei Vangeli sui segni che precederanno la fine del mondo anche se non sono arrivato ad una conclusione come quella avanzata dall'autore. Anche intorno all'anno mille si era formata la convinzione che la fine del mondo fosse imminente. Anche allora si verificavano eventi straordinari. Gesù, quando ha mostrato i segnali che avrebbero accompagnato la fine e i discepoli gli chiedevano quando ciò si sarebbe verificato, ha risposto che il tempo della fine lo conosceva il Padre che è nei cieli. E' vero che si era formato il convincimento che la fine fosse imminente ma non si rifletteva abbastanza che il tempo di Dio non è quello nostro. Dio vive nell'eternità che, per me, è il "presente perenne" dove il tempo non scorre. Noi contiamo i giorni e i secoli. La morale della favola dovrebbe essere che dobbiamo essere sempre pronti. Saluti. Alfio Minissale

R: Devo essere brava - Alessandro Q. Ferrari

La lettura di questo libro può essere definita interessante,ma non piacevole,in certi punti scorre male e la trama non sempre è ordinata,caratteristica del personaggio principale di questa storia.Diario di una ragazza immersa nel pieno del disagio sociale dove i responsabili sono gli adulti che la circondano.L'autore ha il merito di tenerci in serbo una sorpresa finale per quanto riguarda uno dei giovani personaggi.